Che siano dolci o salati, i finger food rappresentano la porzione perfetta che mette d’accordo tutti. Abbiamo sfogliato il libro di Andrea Golino e abbiamo trovato 10 ricette sfiziose

Che siano tartine, polpette, tramezzini, friselle, pasta o qualsiasi altra pietanza, quando si parla di finger food si pensa spesso ai buffet e agli aperitivi. Sdoganate ormai su tutte le tavole di eventi, feste, o ritrovi in casa tra amici, le piccole porzioni non sono solo “assaggini”, ma vere e proprie esperienze culinarie da provare senza posate (o piccole posate) o con le mani.
Quando si tratta di finger food è facile anche sperimentare sia con gli impiattamenti, divertendosi con ciotoline o piattini da portata sfiziosi, sia in cucina: se si ha il desiderio di provare una nuova lasagnetta, una tartare, con le piccole porzioni è più facile e si può anche osare con i sapori forti. Pensiamo al tartufo, alla nduja, al wasabi o a spezie particolari.

Finger food: non solo salati

Le piccole porzioni dolci sono il miglior modo per sentirsi meno in colpa, per chi tiene alla linea, e godere di varie tipologie di leccornie. Ed è così che la torta della nonna, il tiramisù, la crostata con marmellata, la panna cotta finiscono in un sol boccone, ma si può passare tranquillamente al successivo.
Abbiamo sfogliato con cura il libro Golfinger di Andrea Golino e abbiamo trovato 10 ricette di finger food sia dolci che salati da provare per l’estate.

Panna cotta al basilico

Quando pensiamo alla panna cotta ci viene in mente subito la versione dolce, ma l’avete mai provata salata? Qui una ricetta con basilico e pomodoro da preparare in 15 minuti.

Brioche col tuppo, guanciale, fichi e gelato al mosto

Brioche con il tuppo significa Sicilia. Andrea Golino ci propone una variante della classica brioche con gelato ma con guanciale, composta di fichi e gelato al mosto.

Baccalà alla trasteverina

La cucina regionale laziale si trasforma in finger food. Ricetta da provare anche in inverno.

Caponatina

Cosa avrà a che fare mai la caponata con il cioccolato? Forse nulla, o forse è l’abbinamento perfetto. La tradizione siciliana si unisce a quella campana delle melanzane al cioccolato. Tutto in versione finger.

Piccola tiella barese

Cozze, patate, pomodori e riso. Quattro ingredienti che messi insieme ci portano in Puglia in un solo boccone.

Prosciutto e melone in cannolo

Prosciutto e melone è uno dei matrimoni perfetti tra dolce e salato che campeggia ormai da anni sulle tavole degli antipasti italiani. Con questa ricetta spingiamo sul sapore salato aggiungendo Parmigiano, ricotta, sale nero di Cipro e peperoncino secco.

Caprese in cheesecake

Come per la panna cotta al basilico, anche qui un dolce si trasforma in salato. Cheesecake con mozzarella, gelatina al pomodoro, e base con fette biscottate.

Bacon, Lettuce & Tomato Sandwich

Il classico club sandwich con lattuga e pomodoro si trasforma in finger food, e con un coppapasta diventa tondo.

Tomato Frisella

Torniamo in Puglia e strizziamo l’occhio alla Campania. Con la frisella (o fresella) si accontentano tutti e, in versione finger, è la preparazione per eccellenza per essere mangiata con le mani. Con questa ricetta la prepariamo da zero realizzando anche l’impasto.

Barba di capra

Sorbetto di barbabietola con formaggio di capra. Questa la base di un finger food un po’ dolce e un po’ salato. Ad arricchire il sapore un crumble di nocciole e chips di barbabietola.

Volete scoprire altre ricette di finger food? Sfogliate il libro di Andrea Golino