Dopo Davide Longoni e Sami El Sabawy, è il momento di affondare le mani nell’impasto con i panificatori bolognesi di Brisa. Ci promettono tre ore di spasso, profumo di pane appena sfornato e qualche dritta extra settore

Pensavamo anche noi, in questi giorni, di realizzare dei video con delle ricette per i nostri clienti, per condividere dei momenti con loro, per fare insieme il pane in casa”. Pasquale Polito del forno Brisa risponde alla nostra chiamata per la rubrica Resto a casa con le mani in pasta. Così anche da Bologna, dal quartier generale dei fornai rivoluzionari, hanno accolto la nostra richiesta e ci hanno regalato una ricetta, un momento di sana connessione con i clienti e i lettori. Con un pizzico di sana leggerezza e divertimento che in questo momento fa bene.

Si sono presi del tempo, da Brisa, prima di prendere delle decisioni e di darsi un nuovo assetto, quello che impone purtroppo la situazione attuale. A oggi nei loro punti vendita nel centro di Bologna garantiscono un servizio base, per ora un’apertura fino alle 18 (che la prossima settimana potrebbe ridursi alle 13), niente somministrazione e solo vendita di pane, qualche dolce buono, del caffè macinato. “Cerchiamo di centrare al meglio la proposta sulle esigenze dei clienti, siamo in ascolto e facciamo del nostro meglio” ci spiega Pasquale.

E ora sgranchite pure le mani, quindi, e preparatevi a respirare un irresistibile profumo di pane appena sfornato. Regalatevi tempo e non abbiate fretta, da Brisa hanno pensato persino a qualche suggerimento utile tra un procedimento e l’altro.

La ricetta del pane di segale con farine integrali, di farro monococco e di segale

Ingredienti per 1 pagnotta da circa 1 kg

3 ore di divertimento
400 g di farina semintegrale di frumento tenero
100 g di farro monococco
100 g di segale integrale
450 g di acqua
150 g di lievito madre
10 g di sale

2 ciotole (25 cm diametro)
1 cucchiaio
1 canovaccio

In una ciotola versa tutte le farine, 400g d’acqua e il lievito madre.

Mescola grossolanamente per 1 minuto. Benvenuti nell’autolisi: lascia la farina e l’acqua stringere un fantastico legame e poi riposare per 30 meritati minuti.

Pane di Forno Brisa

In questi 30 minuti devi:

  • fare l’account per il primo mese gratis su Netflix, poi se ti rimane tempo
  • – pensare a tutte le tue ex relazioni
  • – comprare su Amazon il nuovo libro di Cucchiaio d’Argento con la collaborazione di Davide Longoni
  • – leggere tre libri leggeri; tre libri leggeri

Francesco Piccolo, Momenti di trascurabile felicità

Michel Pastoreau, Il piccolo libro dei colori

Jean pierre Vernant, L’universo, gli dei gli uomini


Dopo aggiungi il sale e la rimanente acqua, impasta schiacciando con le nocche l’impasto fino a che risulta più o meno omogeneo.

Prendi l’altra ciotola, ungila con un filo di olio, rovesciaci dentro l’impasto, coprilo con della pellicola e mettilo a lievitare nel forno spento a sportello chiuso per 2 ore.
In queste due ore devi guardarti su Netflix il film “Sole a catinelle” di Checco Zalone, anche se giustamente l’hai visto, sennò il pane viene male: il mood è molto importante nella panificazione.

Bello il film vero?

Lava la prima ciotola. Adesso possiamo fare la forma del pane, vedi sotto il video!

Prendi la ciotola pulita, mettici un canavaccio e infarinalo bene. Metti la pagnotta a pancia in giù nella ciotola.

Copri la pagnotta con il canovaccio e metti la ciotola in frigorifero.

Pane di Forno Brisa

Continua la tua fantastica giornata, domani mattina sorprenderai tutto il palazzo con il profumo del pane.

Occhio che potrebbe diventare un mestiere, Forno Brisa è cominciato così…

Domani mattina accenderai il forno a 240° e farai colazione con calma: non uscire di casa mi raccomando!

Quando il forno sarà a temperatura, prendi una teglia, mettici della carta forno, scopri la pagnotta e rovesciala delicatamente sulla teglia.

Fai un taglio a piacere sulla pagnotta con un coltello seghettato e affilato.

Metti la teglia nel forno più in basso possibile per 30 minuti a 230°.

Dopo apri lo sportello e imposta la temperatura a 180°, così si forma meglio la crosta e fai bella figura coi vicini.

Pane di Forno Brisa

Appena lo sforni resisti alla tentazione di tagliarlo perché è ancora troppo umido, e rendi questo pane il protagonista del pranzo.

Pane di Forno Brisa

 

a cura di Sara Bonamini

RESTO A CASA CON LE MANI IN PASTA. TUTTE LE RICETTE