Pasta cresciuta alle acciughe

Difficoltà
Media
Tempo
30 min di preparazione, 20 min di cottura
Tipo di cottura
Fritttura
Dosi per
4 persone
Ingredienti
300 g di farina; 100 g di acciughe sotto sale; 10 g di lievito di birra fresco (o 1/2 bustina di livito di birra liofilizzato); sale. Olio di oliva o di arachide per friggere.
Il consiglio
Tipica della cucina napoletana, la pasta cresciuta può essere utilizzata al naturale oppure arricchita, con le acciughe come nella ricetta, con i fiori di zucca o con cecenielli [piccoli pesciolini]. Le frittelle devono essere servite calde facendole eventualmente attendere in caldo nel forno con lo sportello aperto.
Preparazione

Preparazione: 30 minuti + 1 ora e 30 minuti di lievitazione

 

Setacciate la farina. Sbriciolate il lievito in una terrina ampia e diluitelo con mezzo bicchiere di acqua tiepida. Battendo con una forchetta, unite poco per volta la farina e l’acqua tiepida necessaria per ottenere una pasta molle, tale da poterla lavorare con la forchetta. Salate poco e lavorate il composto fino ad averlo ben amalgamato.

 

Coprite la terrina con un canovaccio umido e lasciate lievitare la pasta fino a quando sarà raddoppiata [occorrerà da un’ora a un’ora e mezza].

 

Raschiate le acciughe, sciacquatele rapidamente, sfilettatele e dividete ogni filetto in quattro pezzi. Mettete sul fuoco la padella piena per tre quarti di olio e quando è caldo [180°], distribuite sulla superficie della pasta una parte delle acciughe.

 

Con un cucchiaio da dessert bagnato in acqua fredda, tirate su una porzione di pasta con all’interno un pezzetto o due di acciuga e fatela scivolare in padella. Formate nello stesso modo le altre frittelle facendo attenzione a non riempire troppo la padella. Lasciatele cuocere fino a quando saranno gonfie, dorate e con la crosta croccante.

 

Scolatele, passatele su doppio foglio di carta da cucina e continuate fino ad esaurimento della pasta. Servite le frittelle calde per accompagnare l’aperitivo.

Abbonati a Premium
X
X