Pollo fritto

In sintesi

Difficoltà: Facile
Portata: Secondi
Piatto regionale: Toscana

Preparazione

ricetta di Caterina Vienni del ristorante Giovanni da Verrazzano di Greve in Chianti

Fiammeggiare il pollo, ripulirlo dalle pennette quindi spuntare le ali e dividerlo a piccoli pezzi. Si dovranno ricavare diciotto pezzi: due da ogni coscia, quattro dalle sopracoscia, due da ogni ala e tre da ogni petto. Lavarli sotto l’acqua corrente rimuovendo le piccole schegge di ossa quindi asciugarli dentro vari strati di carta da cucina e passarli nella farina rivestendoli bene. Battere le uova dentro una ciotola, unire i pezzi di pollo e mescolare con cura.

Mettete sul fuoco la padella con olio abbondante e, quando è ben caldo calare la metà del pollo. Dopo qualche minuto, abbassare un po’ la fiamma (non al minimo) in modo che i pezzi di pollo possano cuocere anche all’interno e, dopo una decina di minuti, rialzarla nuovamente per dare al fritto una bella doratura.

Girare i pezzi di pollo una volta a metà cottura e farli cuocere complessivamente per circa un quarto d’ora. Infine scolarli, passarli su un doppio foglio di carta da cucina e spolverarli di sale.

  • Abbonati a Premium
      [polylang]
    X
    X