Tempura di carciofi

In sintesi

Preparazione

Tagliate quasi tutto il gambo dei carciofi poi togliete le foglie esterne più dure, eliminate la punta con un taglio netto e la scorza dura dal fondo.

Divideteli in due, eliminate l’eventuale fieno interno e tagliateli longitudinalmente a fettine lasciandoli cadere in una ciotola con acqua acidulata con il succo di limone.

Mettete il mezzo tuorlo in una ciotola e diluitelo con un bicchiere di acqua ghiacciata (letteralmente) quindi aggiungete la farina, un cucchiaio alla volta, per ottenere una pastella molto liquida.

Non lavorate il composto, limitatevi a girarlo un poco con la forchetta senza preoccuparvi dei grumi e unitevi anche un paio di cubetti di ghiaccio. Mettete sul fuoco una padella piena a tre quarti di olio e scaldatelo a 175°.

Infarinate leggermente i carciofi ben sgocciolati, passateli nella pastella e tuffateli in padella, pochi alla volta in modo che l’olio non si raffreddi.

Appena li avrete messi in padella fate cadere sopra e intorno a ogni spicchio di carciofo una piccola quantità di pastella lasciata sgocciolare dalla forchetta, in modo che si formi intorno una specie di merletto.

Lasciate friggere per non più tre o quattro minuti: la tempura dovrà avere un color oro molto chiaro. Scolateli i carciofi, passateli su un doppio foglio di carta da cucina, spolverateli di sale e serviteli caldissimi.

  • Abbonati a Premium
      [polylang]
    X
    X