Guida Ristoranti d’Italia 1999 del Gambero Rosso. Premiati, aneddoti, valutazioni

È vero, nessuno è profeta in patria, tuttavia la Guida Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso 1999 – curata da Stefano Bonilli e Giancarlo Perrotta – ci racconta di una cucina italiana molto più riconosciuta e apprezzata all’estero che in Italia, nonostante una nuova generazione di chef di grande talento.

Le novità

La guida 1999 mantiene sostanzialmente la struttura degli anni precedenti, ma evidenzia una bella evoluzione della cucina nazionale, con nuove entrate – e alcune uscite – fra le Tre Forchette e una notevole crescita complessiva, una “maturazione che ha portato molti dei nostri ristoranti a raggiungere vette internazionali”.

Gli aneddoti

La città torna a risplendere nel firmamento della ristorazione top. Dopo anni in cui pressoché tutti i Tre Forchette erano situati in località di provincia, diamo il benvenuto per la prima volta a un ristorante premiato nella capitale. È la Pergola dell’Hotel Hilton, una delle terrazze più belle di Roma in cui da qualche tempo è all’opera un giovane chef tedesco che diventerà poi uno dei riferimenti della grande cucina italiana, Heinz Beck. Inoltre ritroviamo le Tre Forchette all’Enoteca Pinchiorri di Firenze e arriva ai vertici della classifica l’Antica Osteria del Teatro di Piacenza.

I metodi di valutazione

Il sistema di valutazione si esprime in centesimi ed è suddiviso in quattro voci fondamentali: cucina (60 punti), cantina (20 punti), servizio (10 punti), ambiente (10 punti). In alcuni casi si aggiunge un bonus, sorta di indice di piacevolezza, da 1 a 5 punti.

I premi

Le Tre Forchette assegnate nel 1999 sono 14, una in più dell’edizione precedente. Oltre ai ristoranti già citati – Pergola, Enoteca Pinchiorri e Antica Osteria del Teatro – fanno parte dell’élite delle Tre Forchette il Gambero Rosso di San Vincenzo (la cucina di Fulvio Pierangelini è la numero uno in Italia con 55/60), Dal Pescatore a Canneto sull’Oglio, Miramonti l’Altro a Concesio, La Perla a Corvara, l’Ambasciata a Quistello, La Siriola a San Cassiano, Paolo Teverini a Bagno di Romagna, Il Gambero a Calvisano, Symposium Quattro Stagioni a Cartoceto, l’Antica Osteria del Ponte a Cassinetta di Lugagnano, La Tenda Rossa a San Casciano in Val di Pesa.

 

N.B. Non perdete > la storia della guida Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso anno per anno. Ogni giorno, fino all’uscita della nuova edizione (28 ottobre), una nuova “puntata”.

 

In collaborazione con