Guida Ristoranti d’Italia 2001 del Gambero Rosso. Premiati, aneddoti, valutazioni

Nuovo millennio, nuova triade a capitanare la guida ristoranti del Gambero Rosso. Da quest’anno, infatti, a Stefano Bonilli e Giancarlo Perrotta si è aggiunta anche Clara Barra.

Le novità

L’undicesima edizione della “Ristoranti d’Italia” conferma lo stato di salute della ristorazione del belpaese. Ai vertici della classifica si riscontrano alcuni cambiamenti importanti, con grandi nomi che perdono le Tre Forchette, come Marchesi, Antica Osteria del Ponte e Al Bersagliere, ma anche new entry destinate a lasciare una traccia importante nella storia della cucina italiana, come La Madonnina del Pescatore di Moreno Cedroni.

Gli aneddoti

Il dualismo al vertice della classifica delle “migliori cucine” fra Fulvio Pierangelini (Gambero Rosso, San Vincenzo) e Gianfranco Vissani (Vissani, Baschi) continua inesorabile, questa volta piazzando i due chef più iconici d’Italia sullo stesso punteggio 55/60. Eppure i due sono dei totali opposti, tanto nello stile della cucina, quanto nella personalità. Il primo tutta eleganza e maestria ai fornelli, il secondo tutto estro ed esuberanza.

I metodi di valutazione

Il sistema di valutazione si esprime in centesimi ed è suddiviso in quattro voci fondamentali: cucina (60 punti), cantina (20 punti), servizio (10 punti), ambiente (10 punti). In alcuni casi si aggiunge un bonus, sorta di indice di piacevolezza, da 1 a 5 punti.

I premi

Sono 17 le Tre Forchette assegnate nel 2001, un passo indietro rispetto all’anno precedente. A trionfare sono Gambero Rosso, Enoteca Pinchiorri, Ambasciata, Paolo Teverini, La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri Hilton, Dal Pescatore, Da Caino, Guido, La Siriola dell’Hotel Ciasa Salares, Arnolfo, Il Desco, Don Alfonso 1890, La Madonnina del Pescatore, Symposium Quattro Stagioni, La Tenda Rossa, Tivoli, Vissani.

 

 

N.B. Non perdete > la storia della guida Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso anno per anno. Ogni giorno, fino all’uscita della nuova edizione (28 ottobre), una nuova “puntata”.

 

In collaborazione con