Guida Ristoranti d’Italia 2007 del Gambero Rosso. Premiati, aneddoti, valutazioni

Il mondo cambia, le guide pure. Dopo 20 anni di Gambero Rosso e 15 di Guida Ristoranti arrivano molte trasformazioni che coinvolgono tanto il team che realizza questo prodotto editoriale, quanto i contenuti, con una sempre maggiore attenzione al modo in cui si selezionano e valutano i ristoranti.

Le novità

Dal punto di vista editoriale, ci sono alcuni cambiamenti non irrilevanti. Il primo riguarda la riduzione del bonus, che passa da un massimo di 5 a un massimo di 3 punti, in modo tale da dare maggiore rilievo alle voci principali (cucina, cantina, servizio, ambiente). Inoltre per la prima volta si segnalano con il simbolo del boccale quei locali che sono particolarmente attenti alla cultura della birra, una tendenza emergente sempre più forte. Infine la presenza di un DVD allegato che rende omaggio ai Tre Gamberi.

Gli aneddoti

Cambio della guardia alla direzione della Guida. Resta come “garante” il nome di Stefano Bonilli, ma la cura passa in mano a Marco Bolasco, classe 1973, che si fa affiancare da una redazione di giovani critici cresciuti all’interno del Gambero Rosso: Fabrizia Fedele, Federico Iavicoli, Oreste Torre, Federico De Cesare Viola, Luciana Squadrilli e Marco Veneziani. Una squadra che punta al riconoscimento della qualità in tutte le sue sfaccettature, dalle materie prime al modo di lavorare, all’ospitalità, con l’obiettivo di valorizzare “un’identità italiana che non si divide fra tradizione e creatività”.

I metodi di valutazione

I ristoranti sono contraddistinti da un punteggio espresso in centesimi, suddiviso in quattro voci: cucina (60 punti), cantina (20 punti), servizio (10 punti), ambiente (10 punti). In alcuni casi si aggiunge un bonus, sorta di indice di piacevolezza, da 1 a 3 punti. Le migliori trattorie e wine bar sono contraddistinti da uno, due o tre Gamberi. Locali etnici e pizzerie sono segnalati senza punteggio.

I premi

Le Tre Forchette 2007 in ordine di punteggio: Gambero Rosso, Vissani, La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri Hilton, Dal Pescatore, Le Calandre;, CraccoPeck, Don Alfonso 1890, Enoteca Pinchiorri, La Torre del Saracino, Laite, La Madonnina del Pescatore, Perbellini, Antonello Colonna, Arquade de l’Hotel Villa del Quar, Da Caino, Combal.zero, Il Desco, Duomo, Gualtiero Marchesi, Guido, St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina, Uliassi, Villa Crespi.

I Tre Gamberi 2007? Da Amerigo, L’Asino d’Oro, La Brinca, Caffè la Crepa, Cibus, Locanda al Gambero Rosso, Gostlina Devetak, La Locanda delle Grazie, Nangalarruni, Oasi degli Angeli, Osteria del Boccondivino, Osteria della Villetta, Osteria di San Cesario, Pretzhof, La Ragnatela

 

N.B. Non perdete > la storia della guida Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso anno per anno. Ogni giorno, fino all’uscita della nuova edizione (28 ottobre), una nuova “puntata”.

 

In collaborazione con