Guida Ristoranti d’Italia 2013 del Gambero Rosso. Premiati, aneddoti, valutazioni

“La ristorazione italiana si muove in modo davvero lodevole in questo panorama di crisi: a fronte di qualche inevitabile calo di punteggio, ci sono sempre locali che crescono (tre nuovi Tre Forchette, quest’anno al Nord — Da Vittorio a Brusaporto, Ilario Vinciguerra Restaurant a Gallarate e Il Povero Diavolo a Torriana — ma occhio alla crescita esponenziale della Campania…)”: comincia così la guida Ristoranti d’Italia 2013 del Gambero Rosso.

Le novità

La ventitreesima edizione — curata da Clara Barra e Giancarlo Perrotta, con la collaborazione di Valentina Marino — si presenta con interessanti novità riguardanti le valutazioni dei locali. Per la prima volta, infatti, vengono assegnati punteggi anche a pizzerie, birrerie ed etnici.

Gli aneddoti

Sono gli anni del grande boom dei siti e dei blog che si occupano di gastronomia, è in corso un confronto e uno scontro fra carta stampata e web, fra professionisti della critica e appassionati che esprimono il loro giudizio e i curatori della Guida — nell’introduzione 2013 — sottolineano quanto sia complesso svolgere questo lavoro in maniera professionale.

I metodi di valutazione

I ristoranti sono contraddistinti da un punteggio espresso in centesimi, suddiviso in tre voci: cucina (60 punti), cantina (20 punti), servizio (20 punti). In alcuni casi si aggiunge un bonus, sorta di indice di piacevolezza, da 1 a 3 punti. Le migliori trattorie sono contraddistinte da uno, due o tre Gamberi. I migliori wine bar da una, due o tre Bottiglie. Locali etnici, birrerie e pizzerie sono valutate rispettivamente in Mappamondi, Boccali e Spicchi.

I premi

Le Tre Forchette 2013: Vissani; Osteria Francescana; La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri; Don Alfonso 1890; Villa Crespi; Le Calandre; Dal Pescatore; Piazza Duomo; Reale; La Torre del Saracino; Laite; St. Hubertus de l’Hotel Rosa Alpina; Lorenzo; La Madia; La Madonnina del Pescatore; Oasis Sapori Antichi; Il Pellicano; Ilario Vinciguerra Restaurant; Il Povero Diavolo; Uliassi; Da Vittorio.

I Tre Gamberi 2013: Angiolina; Antichi Sapori; La Brinca; Ai Cacciatori; Cibus; Caffè la Crepa; Locanda al Gambero Rosso; Locanda delle Grazie; La Madia; Maso Cantanghel; Osteria del Treno; Pretzhof; Tischi Toschi; Vecchia Marina; Osteria della Villetta dal 1990.

Le Tre Bottiglie 2013: La Baita; Casa Bleve; Le Case della Saracca; Damini Macelleri & Affini; Del Gatto; Donizetti; Enoteca Marcucci; Ombre Rosse; Oste della Mal’ora; Picone; Roscioli

I Tre Spicchi 2013: La Fucina; Antica Osteria Pepe; Sforno; I Tigli

I Tre Mappamondi 2013: Iyo

I Tre Boccali 2013: Casa Baladin

 

N.B. Non perdete > la storia della guida Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso anno per anno. Ogni giorno, fino all’uscita della nuova edizione (28 ottobre), una nuova “puntata”.

 

In collaborazione con