Guida Ristoranti d’Italia 2015 del Gambero Rosso. Premiati, aneddoti, valutazioni

Il 2015 è un traguardo importante. 25 anni di Guida Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso. La ristorazione cambia e con essa il modo di raccontarla, ma non mutano la passione e l’impegno con cui viene realizzato questo prodotto editoriale.

Le novità

Altri tre ristoranti entrano nell’olimpo delle Tre Forchette dell’edizione 2015 (Romano a Viareggio, La Trota a Rivodutri e l’Enoteca La Torre a Villa Laetitia a Roma) e si registra anche il felice rientro di Uliassi a Senigallia, fuori dalla top List nel 2014. Diverse novità anche fra i Tre Gamberi, ossia le migliori trattorie, distribuite un po’ per tutto il paese.

Gli aneddoti

Nel nostro tour per le tavole della Penisola abbiamo riscontrato una cucina più concreta, legata soprattutto a prodotti italiani, finalmente realizzata conl mero scopo di stupire ma di esaltare con genialità gli ingredienti”. Sono passati gli anni della creatività a tutti i costi, si torna verso una cucina un po’ più concreta e di territorio, ma non per questo meno interessante. E allo stesso tempo l’attenzione è sempre più puntata anche sul servizio, poiché l’esperienza al ristorante non è fatta solo di cucina, ma è un complesso di vari elementi in cui il servizio ha un ruolo fondamentale.

I metodi di valutazione

I ristoranti sono contraddistinti da una, due o tre Forchette, con un punteggio espresso in centesimi, suddiviso in tre voci: cucina (60 punti), cantina (20 punti), servizio (20 punti). In alcuni casi si aggiunge un bonus, sorta di indice di piacevolezza, da 1 a 3 punti. Le migliori trattorie sono contraddistinte da uno, due o tre Gamberi; i migliori wine bar da una, due o tre Bottiglie; i locali etnici da uno, due o tre Mappamondi; e, infine, le birrerie da uno, due o tre Boccali.

I premi

Le Tre Forchette 2015: Osteria Francescana; La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri; Don Alfonso 1890; Villa Crespi; Le Calandre; La Madia; La Torre del Saracino; Laite; Lorenzo; Dal Pescatore; Reale; St. Hubertus de l’Hotel Rosa Alpina; Casa Vissani; Devero Ristorante del Devero Hotel; La Madonnina del Pescatore; Piazza Duomo; La Trota; Ilario Vinciguerra Restaurant; Da Vittorio; Il Povero Diavolo; Romano; S’Apposentu a Casa Puddu; Enoteca La Torre a Villa Laetitia; Uliassi.

I Tre Gamberi 2015: Angiolina; Antica Osteria del Mirasole; Antichi Sapori; Armando al Pantheon; Ai Cacciatori; Consorzio; Al Convento; Caffè la Crepa; La Locanda delle Grazie; La Locandiera; La Madia; Osteria del Treno; Un Posto a Milano; Pretzhof; Sora Maria e Arcangelo; Tischi Toschi; Vecchia Marina; Osteria della Villetta dal 1990.

Le Tre Bottiglie 2015: La Baita; Casa Bleve; Le Case della Saracca; Damini Macelleri & Affini; Del Gatto; Al Donizetti; Lanzani; Enoteca Marcucci; Ombre Rosse; Oste della Mal’ora; Picone; Roscioli.

I Tre Mappamondi 2015: Dao Restaurant; Iyo.

I Tre Boccali 2015: Casa Baladin; Open Baladin.

 

 

N.B. Non perdete > la storia della guida Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso anno per anno. Ogni giorno, fino all’uscita della nuova edizione (28 ottobre), una nuova “puntata”.

 

In collaborazione con