Grazie a lui formaggi quasi scomparsi o limitati a minuscole produzioni, oggi sono prodotti apprezzati e usati nelle case e nei ristoranti romani. Da più di dieci anni la sua ricerca che supporta e promuove l’enogastronomia laziale non conosce battute d’arresto e nel regno di Vincenzo Mancino è sempre un piacere trovare il guanciale di Bassiano, il lonzino di Montefiascone, il Fiocco della Tuscia, il Cacio Fiore e il pecorino di Picinisco o altre decine di chicche davvero introvabili altrove. Nella trattoria annessa (vedi scheda Proloco Dol) si angia e si beve (bene).

Dettagli
Giorni di chiusura:
domenica
Abbonati a Premium
X
X