Qui bere bene è una piacevole abitudine, farsi consigliare dal bartender e lasciarsi sorprendere una coccola possibile. È Fud Off, l’ex-officina divenuta indirizzo del cuore per chi ama gli abbinamenti esotici e originali. In cucina a preparare tapas, piatti e dessert c’è sempre la chef Valentina Chiaramonte, che si destreggia fra cocktail e suggestioni alcoliche che gli arrivano dal team agli shaker diretto da Domenico Cosentino. Così nascono l’ostrica&lamponi, le panelle ricci e gamberi aromatizzati al lime, la cernia con mandorle e wasabi, da assaggiare magari sorseggiando un Capiriña Palmer con cachaça, mango, lime, zucchero e pepe rosa. Il pastrami o l’off Burger (con fassona piemontese cruda, uovo di quaglia fritto, cipolla caramellata e maionese ai capperi) si possono provare con i classici Bloody Mary e Old Fashioned, oppure con l’originale Triskele (mix di vermouth, gin e Campari, con l’amaro Amara all’arancia rossa e sciroppo di rabarbaro). Per l’after dinner da provare il fresco Floradora con gin Tanqueray, lamponi, lime, zucchero, ginger ale e centrifugato di zenzero o il Poeta, con bourbon whisky, succo di limone, sciroppo di zucchero e panna aromatizzata al rosmarino.

Dettagli
Giorni di chiusura:
sempre aperto solo la sera
Servizi:
  • Tavoli all'aperto
  • Tavoli al chiuso
Anno valutazione:
2020
Abbonati a Premium
X
X