È lì da decenni ormai ed è riuscita nel piccolo miracolo di diventare l’enoteca di e per tutti, da grandi del cinema (Monicelli era di casa qui) e televisione a giovani al primo calice. Merito di un titolare, Giacomo Alvino (l’insegna è una firma mascherata col raddoppio), che con equilibrio e tenacia ha saputo circondarsi di aiutanti validissimi e puntare su una scelta da asporto e mescita che va dalle grandi griffe al “natural” (sondato con saggezza) passando per un angolo del cuore riservato ai grandi distillati italiani (Capovilla e i suoi hit sono qui da sempre, e Al Vino ne è una sorta di “ambassador”). In più golosità totem come i Pata Negra o le alici cantabriche.

Dettagli
Anno valutazione:
2021
Abbonati a Premium
X
X