ENOTECA

La Fenice

Valutazione
Valutata nel
2021
Descrizione

Un unicum, non solo per la storia ma per la proposta e la cornice, fuori dell’ordinario anche in un contesto ben più ampio di quello aquilano o regionale. Risorta, come da insegna (era in piazza Prefettura, fornitrice di privati amatori e di altri esercizi in tutto l’Abruzzo; distrutta dal sisma del 2009, solo poche bottiglie salvate e divenute cimeli marcati col bollo “earthquake resistent”), è rinata nei pressi del Castello Cinquecentesco, davanti al quale ha “splittato” un chiosco-bar attrezzato per festosi aperitivi, grazie alla caparbia visione di Maurizio De Luca, uomo di vino e musica (l’insegna è ricca di rari vinili e raffinate “catene” di riproduzione valvolari). Il locale offre mescita di alto livello; in scaffale etichette top di Italia e Francia (le più preziose, dal Biondi Santi ’55 a illustri Borgogna) raccolte in un “sancta” battezzato “Pensatoio”; poi, shop di chicche food, tavola fredda siderale e piatti cucinati di valore.

 

Abbonati a Premium
X
X