ENOTECA

Visaggio

Descrizione

Istituzione di settore visto che la prima volta che la porta si è spalancata ammettendo pescaresi e turisti alla fruizione della sua offerta di scaffale, dei suoi bicchieri e mezzine (non si chiamavano ancora calici) e dei suoi svariati generi di conforto, correva l’anno 1938. Da allora molti liquidi (con l’acqua in decisa minoranza) sono corsi sotto i ponti. E molto è cambiato. A ricordare le origini restano i cartelli ammiccanti (tipo: “chi beve per dimenticare è pregato di pagare prima dell’ordinazione”) redatti nello stile di quegli anni e dei decenni successivi. A certificare i nuovi indirizzi e l’aggancio alla vivace movida cittadina ecco, accanto all’assortimento ampio e internazionale di etichette (con escursioni in tre continenti e chiara passione per le bolle, ma anche un Montepulciano “maison” targato Visaggio) la ricca sezione bere miscelato e l’attenzione al mondo delle birre artigianali. Curato anche lo spazio food.

 

Abbonati a Premium
X
X