Fondata nel 1924 da Antimo Caputo, da sempre è sinonimo di farine, a Napoli ma non solo. Di generazione in generazione l’azienda ha rappresentato e rappresenta, nel migliore di modi, la cultura e la tradizione dell’arte bianca. Tutto parte dalla selezione del grano, sia italiano che estero, che risponde a requisiti di grande qualità, cercando di ridurre gli scarti e ottimizzare l’impatto ambientale del ciclo produttivo. La macinazione, poi, avviene molto lentamente in modo da conservare i nutrienti delle farine ottenute, nelle quali non sono presenti né conservanti, né enzimi e né additivi chimici. Il cosiddetto “metodo Caputo”, segreto aziendale, consente di preservare al massimo la naturalità e l’autenticità dei sapori. Le varietà sono molte, dalla zero e doppio zero alla manitoba, dall’integrale alla multicereali alla rinforzata, dalla biologica alla senza glutine, per ogni esigenza, dalla panificazione alla pizzeria, da quelle per preparare la pasta fresca a quelle destinate alla pasticceria.

Abbonati a Premium
X
X