Nel 1877 Pietro Barilla apre un forno a Parma, poi nel 1910 i figli ampliano la produzione: nasce la prima fabbrica con forno continuo. Più tardi entra in azienda Pietro Barilla, nipote del fondatore. Il rinnovamento dopo la guerra passa anche per il restyling dell’immagine e, diventata Spa nel ’70, l’azienda viene ceduta alla multinazionale americana W.R. Grace and Company che, di lì a poco, acquisisce Voiello. Nel ’79 Pietro Barilla riacquista il pacchetto di maggioranza. Oggi il gruppo possiede 30 siti produttivi (14 in Italia e 16 all’estero), tra cui 9 mulini gestiti direttamente e controlla anche i marchi, italiani ed esteri, Academia Barilla, Filiz, Harry’s, Misko, Vesta e Jemina, Mulino Bianco, Pavesi, Wasa. Cresciuta col tempo nelle categorie principali (pasta, sughi e prodotti da forno),  ogni anno lancia novità di successo: la pasta gluten free, i cornetti integrali e i nuovi sughi ne sono alcuni esempi. Nel 2015 ha fatto importanti investimenti negli impianti di Ames (Usa) per aumentare la disponibilità di pasta senza glutine nel mondo.

Abbonati a Premium
X
X