La cooperativa nasce da una serie di esperienze nel campo dell’apicoltura messe insieme nel ’95 dalla famiglia Caboni, forte del sapere di nonno Salvatore. Il primo a usare gli alveari con i telaini, la fondimiele per caduta e altre innovazioni per migliorare il lavoro, la qualità del miele e, soprattutto, il benessere delle api. Nel 2001 arriva la certificazione biologica. Tra i vari tipi – di asfodelo, corbezzolo, eucalipto – spiccano quelli di macchia mediterranea, cardo e arancio. Tanti gli altri prodotti, tra cui la sapa di miele e l’idromele.

Abbonati a Premium
X
X