Tutto parte dalla selezione delle migliori semole, dalle uova fresche e dalla sapienza dei maestri pastai, che, memori della tradizione, lavorano lentamente l’impasto per poi procedere all’estrusione, alla stesura, all’asciugatura e all’essiccazione a bassa temperatura, che dura non meno di 24 ore. La produzione si articola in quattro linee: la pasta all’uovo, quella di semola, quella integrale e l’integrale di farro. I formati sono lunga, corta e aromatizzata (all’aglio e prezzemolo, al tartufo, al nero di seppia…).

Abbonati a Premium
X
X