LIQUORI, SCIROPPI & DISTILLATI

Distilleria Romano Levi

Orfano del padre a 5 anni, a 17, dopo la morte della madre, Romano Levi inizia a distillare con l’aiuto della sorella Lidia. Alle spalle ha un’antichissima tradizione di famiglia. Sarà il suo lavoro, per tutta la vita. Negli anni ’70 diviene famoso grazie a Veronelli che lo chiama “il grappolo angelico”. Nella sua distilleria c’è da sempre lo stesso impianto artigianale con un alambicco discontinuo a fuoco diretto, che consente la distillazione solo di piccole quantità di prodotto. Celeberrime le etichette delle sue bottiglie, disegnate a mano da lui stesso: il più celebre dei suoi soggetti è quello della donna selvatica. Le grappe tutt’oggi provengono da vinacce di grandi vini Doc e Docg del Piemonte, affiancate dalla Grappa Gentile alla camomilla (di Lidia e Romano Levi), da quelle storiche, dalle grappe da collezione, tutte in tiratura limitata, e dalle riserve. La casa-distilleria dei Levi è oggi un museo vivo e produttivo della grappa, un’isola del tempo in cui il genio di Romano aleggia ovunque.

Abbonati a Premium
X
X