Andrea e Lorenzo, la quarta generazione dei Bianco, apicoltori dalla fine dell’800, producono mieli da apiari stanziali nelle zone più vocate italiane: tiglio in Val d’Ossola, millefiori e rododendro nel Parco del Gran Paradiso, girasole in Toscana, clementine in Calabria, eucalipto, timo e agrumi in Sicilia, corbezzolo in Sardegna, poi rosmarino, acacia, castagno e tarassaco.  Il loro liquore, Mielò, a base di grappa di erbaluce di Caluso e miele d’agrumi, così come una pralina di miele d’arancia sono altre specialità esclusive.

Abbonati a Premium
X
X