Molti assoceranno questo nome al prosciutto di San Daniele. Ma Morgante non produce solo il classico crudo con lo zampino famoso in tutto il mondo. Nello stabilimento a Romans d’Isonzo, provincia di Gorizia, nato nel 1957, produce prosciutti cotti, specialità arrosto e affumicate, come würstel e speck stagionati. Tuttavia, la storia dei Morgante comincia nella seconda metà dell’Ottocentocon Luigi, commerciante di salumi nei mercati dell’alto Friuli. Prosegue poi con Cesare, che apre una macelleria a Tarcento, e con suo figlio Olvino, che all’inizio del Novecento comincia a lavorare ancora giovanissimo nell’attività di famiglia, in seguito al mercato ad acquistare il bestiame, imparando a riconoscere a colpo d’occhio le carni migliori.

Con il tempo ai tagli di carne fresca si affiancano le preparazioni pronte, nei primi anni Venti la macelleria si evolve in salsamenteria, negli anni Trenta nasce l’azienda di insaccati. Alla fine degli anni Settanta i figli di Olvino, Cesare e Giuseppe, aprono il prosciuttificio di San Daniele del Friuli. All’inizio, nel nucleo produttivo di Romans d’Isonzo si sperimentavano i primi prosciutti cotti e i primi Praga, si faceva ricerca con la carne e le spezie, pesate sulla bilancia a stadera, si massaggiavano le cosce con le sfere, si usavano le vasche per la cottura lenta a bassa temperatura. «Oggi la tecnologia aiuta i processi produttivi ma la legatura dei salumi è sempre effettuata a mano e le ricette per i cotti sono sempre quelle messe a punto negli anni Sessanta da mio nonno Cesare e dal fratello Giuseppe: fanno parte del nostro know how aziendale e gelosamente custodite come tesori di famiglia» sorride Federica, la sesta generazione Morgante, che nell’azienda si occupa del marketing e dell’export».

Tra i cotti che escono dallo stabilimento di Romans d’Isonzo il prodotto di punta è il Praga con osso, da cosce di suini pesanti della filiera dei prosciutti Dop, nati, allevati e macellati in Italia, sottoposto a una speziatura delicata, cotto lentamente a bassa temperatura e leggermente affumicato in modo naturale al legno di faggio, da tagliare rigorosamente a mano sul morsetto, delicato al gusto e digeribile per l’assenza di polifosfati aggiunti, derivati del latte e fonti di glutine. La ricerca Morgante nel settore dei cotti non si ferma. «Nel corso del 2020 sono stati lanciati sul mercato la Mortadella Profumata, affumicata naturalmente con legno di faggio» continua Federica «e a fine anno sono entrati nell’assortimento un nuovo würstel di puro suino italiano e la pancetta arrosto, sempre di suino nazionale. Inoltre, abbiamo migliorato e rinnovato la ricetta del salame nostrano, il classico salame morbido contadino, e sono pronti sulla pista di lancio altri prodotti, che usciranno sul mercato nel primo trimestre 2021».

Prossimamente sarà attivo un e-commerce tramite i negozi alimentari a marchio gestiti direttamente, uno presso lo stabilimento di Romans d’Isonzo, l’altro nel centro di Trieste, la storica Salsamentaria Olvino Morgante, dove oltre ai salumi aziendali si potranno acquistare online tanti altri prodotti per una spesa completa.

 

Il panino di Max Mariola

Qui di seguito la ricetta sintetica del panino che lo chef Max Mariola ha creato con un salume dell’azienda appositamente per il format “I Panini li fa Max – Speciale Salumi da Re”. È possibile vedere la ricetta filmata sui canali Gambero Rosso HD (132 e 412 di Sky)

Salume: Praga con osso Morgante
Pane: pane mantovano
Ingredienti: mozzarella vaccina Cascina Lago Scuro, rape, uova, farina, panko, Aceto Balsamico di Modena Igp 3 Medaglie d’Oro Acetaia Giusti, olio evo Frantoio Muraglia

Dettagli
Servizi:
  • Tavoli all'aperto
  • Tavoli al chiuso
Abbonati a Premium
X
X