Giuseppe e Gianluca Cervellera, padre e figlio, producono i salumi tipici della Valle d’Itria, quel triangolo di Puglia compreso tra Bari, Brindisi e Taranto. Nel laboratorio, annesso alla macelleria di famiglia, lavorano le carni di suini allevati preferibilmente allo stato brado nella bassa Murgia pugliese. Svetta su tutti il capocollo di Martina Franca Presidio Slow Food, bagnato nel vin cotto, affumicato con legna di fragno (quercia tipica dei boschi del Martinese), stagionato in trullo dai 90 ai 180 giorni.

Abbonati a Premium
X
X