Nel 1925 Guido Falaschi apre una macelleria a San Miniato. I due figli entrano nell’attività paterna ma è nel ’67, con l’avvento di Sergio, che l’esercizio prende slancio ampliando il tipo di proposta con salumi dimenticati e la riscoperta del concetto di filiera alimentare. Oggi, alla quarta generazione, le carni impiegate sono di suino grigio e di cinta senese, acquistate presso allevamenti locali semibradi e trasformate in modo artigianale. Vasta la gamma che comprende tutti i salumi toscani tradizionali.

Abbonati a Premium
X
X