L’insegna è scherzosa (tradotta dal dialetto significa “sì, ma quanti siete”?) ma qui con la cucina – quella tipica, con ottimi prodotti a km0 – si fa sul serio. Antipasto di salumi e formaggi, paste fresche preparate a mano come i fusilli fatti con il ferretto dell’ombrello conditi con sugo di pomodoro, i ravioli di ricotta con i porcini della zona, salsiccia arrosto, bistecca di vitello, patate fritte “vere” cucinate nella padella di ferro, melanzane a “fungitiell”. Chiusura con l’immancabile tiramisù, goloso anche nella versione con le fragole.

Dettagli
Anno valutazione:
2021
Abbonati a Premium
    [polylang]
X
X