Molti non sanno che anche il Lazio ha i “suoi” tartufi e l’epicentro è questa località del Frusinate, ricca di alture e boschi. Qui la famiglia Sulpizio dal 1987, attraverso più generazioni, si occupa della ricerca, della lavorazione e della trasformazione di tartufi e di funghi – i migliori in circolazione – ottenendo prodotti di qualità a un prezzo competitivo. Oltre a quelli freschi (bianco e nero pregiato, bianchetto e nero estivo), ci sono quelli in vasetto, secchi, creme, salse, condimenti, formaggio e salame, pasta, polenta e riso, liquori. Non mancano funghi secchi e sott’olio.

Abbonati a Premium
X
X