È stato uno dei primi pastifici a proporre, oltre 30 anni, la pasta biologica, poi l’integrale e quella realizzata con cereali alternativi (farro, kamut). Poi sono nate la pasta ottenuta dal grano Valentini (produttore del vino), per un prodotto di filiera corta e territoriale, e la linea Oro, cinque formati (dallo spaghettone al fusillone) estrusi con trafile in oro. Oggi l’antico pastificio rosetano è aperto ancora di più al terroir e all’eccellenza del resto del commestibile selezionando e distribuendo specialità alimentari, e propone una pasta gluten free.

Abbonati a Premium
X
X