ETNICO

Ramen-ya Luca

Valutazione
 
Qualità/prezzo: alto
Prezzo medio: € 35  vini escl.

Individuata la ciotola stilizzata che campeggia sulla targa luminosa, nel reticolato ordinato delle strade che compongono il quartiere, avrete trovato un rifugio sicuro per approfondire la vostra conoscenza del ramen e in ogni caso per gustarne uno dei migliori della città. L’artefice del locale è Gianluca Zambotto, tarantino di nascita ma torinese d’adozione, chef e imprenditore, che dopo aver appreso i segreti dell’antica tradizione gastronomica del ramen direttamente da un maestro giapponese, una volta tornato in Italia e studiato il format più adatto, nel ramen bar individua la carta vincente per ritagliarsi una nicchia fin a quel momento – era la primavera del 2014 – mai (o poco) esplorata nel capoluogo piemontese. Il (meritato) successo gli dà ragione e così oggi questo indirizzo non solo vale davvero la pena, ma dallo scorso anno ha raddoppiato, con un’altra sede a San Salvario. Dalla cucina a vista arrivano i noodles (fatti a mano, così come i gyoza), il goloso Chashu rice, riso saltato con pancetta e salsa della casa. E altri sfizi, dal pollo fritto marinato (tori karage) agli edamame da spiluccare prima dell’arrivo appunto dei vari ramen fumanti, di cui è prevista anche una gettonatissima versione vegetariana. Menu pranzo (dal martedì al venerdì) a 10 euro.

 ---

Dettagli
Giorni di chiusura:
lunedì
N. coperti:
23
Servizi:
  • Carta S�, Visa, MasterCard, Bancomat
  • Aria condizionata
  • Accessibile disabili con aiuto
  • Menu vegetariano
  • Animali ammessi
Anno valutazione:
2019
Abbonati a Premium
    [polylang]
X
X