14 settembre 2017

14 Set 2017, 16:55 | a cura di Gambero Rosso

Segnali negativi in Usa per l'import di vino dall'Italia nei primi 7 mesi, mentre crescono i competitor Francia e Nuova Zelanda. L'Iwfi lancia l'allarme: “Grave frenata. Ora basta a iniziative promozionali inutili”. C'è da preoccuparsi? Ecco cosa ne pensano gli export manager

SCARICA

 SCARICA VERSIONE STAMPABILE

 

 

USA - L'allarme Iwfi: “Grave frenata per l'import italiano nei primi 7 mesi". Parlano gli export manager
LA STORIA - “Ecco come faccio vino in Cina”. L'intervista all'enologa italiana della Great River Hill Winery
CONSORZI - Erga omnes e promozione del riconoscimento Unesco. I piani per la Doc Pantelleria
OCM - Attesa per il bando: graduatoria non prima di dicembre. Intanto l'Ue striglia il Mipaaf
DISPUTE - Grillo e Nero d'Avola in etichetta. Duca di Salaparuta Vs Igt Terre siciliane: chi dice la verità?
GALLO NERO - Nasce l'associazione viticoltori di Gaiole: “Nessuna contrapposizione al consorzio”
IOT - Anche le cantine protagoniste alla Social Media Week di Roma. Le case history di successo

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X