Del mercato verdeoro si dice un gran bene, ma ad oggi l’80% del vino italiano è rappresentato da prodotti di scarsa qualità e prezzo inferiore all’euro. Ecco perché è il momento di invertire la rotta

Sommario settimanale 30 maggio 2013

LA NUOVA VITA DEL BRACHETTO D’ACQUI – Si punta sulla versione rosé e su prezzi slow
BILANCIO ASSODISTIL – L’export salva la grappa e chiede più tutele alla Ue
CONSIGLI – Come salvaguardare i denti dei degustatori
CHAMPAGNE IN CINA – Pechino riconosce la protezione alle bollicine francesi
CALICI GEORGIANI – Tornano nel mercato russo dopo sette anni di embargo
VINO ITALIANO IN BRASILE – Non è tutto oro nel mercato verdeoro. Come cambiare la rotta
DISTRIBUZIONE – Fendi porta in giro per il mondo grandi etichette italiane

SCARICA
SCARICA VERSIONE STAMPABILE