Prosciutto di Modena DOP. Il Consorzio e il prodotto

Il Consorzio del Prosciutto di Modena DOP si è costituito nel 1969 per custodire questo eccezionale prodotto della salumeria italiana. L’intensa attività profusa dai produttori e l’indiscussa qualità del prodotto hanno portato all’ambìto riconoscimento europeo della denominazione di origine protetta (DOP). La zona di produzione del Prosciutto di Modena Dop corrisponde alla fascia collinare e alle valli che si sviluppano attorno al bacino del fiume Panaro che, partendo dalla fascia pedemontana, non supera i 900 metri di altitudine, comprendendo anche territori delle province di Bologna e Reggio Emilia.

ISIT © Francesco Vignali Photography

Produzione e caratteristiche

Il Prosciutto di Modena DOP si ottiene esclusivamente da cosce di suini nati e allevati in Italia secondo le rigide prescrizioni del Disciplinare di Produzione. La lavorazione del Prosciutto di Modena DOP inizia con la rifilatura della coscia fresca che gli conferisce la caratteristica forma a pera, per passare poi alla fase della salagione e della stagionatura. Il Prosciutto di Modena DOP ha una stagionatura minima di 14 mesi, la più lunga tra tutti i prosciutti DOP italiani. Il sale è l’unico ingrediente e l’unico ‘conservante’ del Prosciutto di Modena. Infatti, è prodotto senza l’utilizzo di
additivi e conservanti e risulta altamente digeribile. È quindi un alimento sano e nutriente, 100% naturale, un prosciutto crudo dalle straordinarie qualità nutrizionali e bilanciato nell’apporto di proteine, grassi e vitamine.

Il Modenese. La ricetta del panino di Max Mariola

Ingredienti:

. Prosciutto di Modena Dop
. Pollo alla mugnaia
. Bieta
. Aglio
. Pomodorini del piennolo
. Pane: pagnotta casereccia

«Ho voluto rielaborare il saltimbocca alla romana in versione modenese. La carne bianca di pollo, più delicata rispetto alla vitella, si sposa bene con questo prosciutto aromatico ed equilibratamente sapido. La bieta accompagna la dolcezza del prosciutto e il pomodorino, con la sua acidità, lo sostiene»
(Max Mariola)

 

 

Scopri tutti i panini di Max Mariola con i Grandi Salumi d’Italia

Finanziato con il contributo MIPAAF DM 57321 del 8.8.2019