Salame Brianza DOP. Il Consorzio e il prodotto

Il Salame Brianza DOP fa parte della tradizione e della cultura del suo territorio dove da secoli, tra casali e cascine, generazioni di contadini e di allevatori si tramandano i segreti della tradizione e dell’arte salumiera. Si registrano, infatti, notizie sul Salame Brianza fin dal ‘500 in scritti letterari dell’area milanese e in numerosi testi di cucina della zona. Tuttavia è solo dagli anni ‘70 del ‘900 che avviene una sua forte valorizzazione gastronomica. La zona di produzione del Salame Brianza DOP è localizzata oggi nel territorio della Brianza, dove il Consorzio Salame Brianza associa i produttori di Salame Brianza distribuiti tra le province di Monza e Brianza, Como, Milano e Lecco, in Lombardia.

La posizione geografica della Brianza, caratterizzata dal clima collinare e dalle tipiche escursioni termiche, è ambiente particolarmente favorevole alla migliore asciugatura e stagionatura del salame.

ISIT © Francesco Vignali Photography

Produzione e caratteristiche

Il Salame Brianza DOP è prodotto con carni suine provenienti da allevamenti della Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte. La ricetta unica ed inimitabile  è regolamentata in maniera rigorosa nel Disciplinare di produzione. La macinatura attentamente controllata può avvenire utilizzando due tipi di trafile per ottenere un macinato più grosso o più fine. Quindi si procede all’attenta procedura di insacco e legatura e infine si avvia l’indispensabile stagionatura che viene accuratamente seguita ed è determinata con precisione dal disciplinare produttivo del Salame Brianza DOP. Anche grazie ad un attento controllo delle temperature e delle condizioni ambientali con cui viene stagionato, il Salame Brianza DOP assume le caratteristiche che lo rendono ben riconoscibile. Al taglio la fetta è omogenea, di colore rosso rubino e di aspetto consistente. Il profumo è delicato e caratteristico, il gusto molto dolce.

Il Brianzolo. La ricetta del panino di Max Mariola

Ingredienti:

  • Salame Brianza DOP
  • Coste di bieta al forno con besciamella e parmigiano
  • Pane alla curcuma

«La golosità della bieta e del Parmigiano Reggiano, il loro calore, riescono a scaldare leggermente questo salame ricco di aromi e anch’esso gustosissimo: un’esaltazione» (Max Mariola)

 

Scopri tutti i panini di Max Mariola con i Grandi Salumi d’Italia

Finanziato con il contributo MIPAAF DM 57321 del 8.8.2019