Salamini Italiani alla Cacciatora DOP. Il Consorzio e il prodotto

L’origine di questi gustosi salamini si perde nella notte dei tempi e sembra risalire già alle usanze gastronomiche degli Etruschi e poi dei loro  successori, i Romani, che contribuirono alla loro diffusione sul territorio. Cacciatori e cacciatorini del Consorzio di Tutela Cacciatore Italiano DOP nascono dunque come salami di piccole dimensioni che il cacciatore portava con sé, assieme al pane, durante le lunghe e anche faticose battute di caccia: rappresentavano, infatti, un alimento particolarmente adatto a reintegrare le energie e i sali minerali persi con lo sforzo fisico. Le ridotte dimensioni li rendevano anche molto pratici: riuniti in fila (filzetta) erano di fatto delle monoporzioni molto gustose.

ISIT © Francesco Vignali Photography

Produzione e caratteristiche

Oggi, come nel passato, la lavorazione dei Salamini Italiani alla Cacciatora (conosciuti anche come Cacciatore Italiano) richiede una grande esperienza, con un processo produttivo – regolamentato dal Disciplinare di produzione – che ne rispetta la tradizione: un’attenta selezione delle carni, che vengono accuratamente macinate, impastate e sapientemente insaporite con spezie, a cui segue poi l’insaccamento, la legatura nelle tipiche filze e la stagionatura finale. Questo metodo di lavorazione garantisce un prodotto di ottima qualità, caratterizzato da un profumo delicato, un gusto dolce e un colore rubino intenso. Simbolo della tradizione gastronomica italiana, hanno visto nel tempo un progressivo miglioramento del proprio profilo nutrizionale: ideali per i diversi momenti di consumo, sono in grado di soddisfare la ricerca del gusto e, allo stesso tempo, risultano sempre più in linea con le esigenze nutrizionali del consumatore moderno.

 

Il Cacciatore. La ricetta del panino di Max Mariola

Ingredienti:

. Salamini Italiani alla Cacciatora DOP
. Funghi misti saltati
. Erbe di campo saltate
. Caciotta semistagionata fusa
. Pane di Matera

«Per i Salamini Italiani alla Cacciatora DOP – nati come cibo da tasca per i cacciatori – ho voluto sottolineare in un panino la loro natura, ma anche evidenziare la golosità che li rende un vero comfort food. Quindi sono accompagnati a sapori legati al bosco, con funghi ed erbe di campo. La caciotta, altro cibo tradizionale di pastori e cacciatori, chiude il cerchio»
(Max Mariola)

Scopri tutti i panini di Max Mariola con i Grandi Salumi d’Italia

Finanziato con il contributo MIPAAF DM 57321 del 8.8.2019