Storia e prodotti della Cantina veneta Maschio dei Cavalieri, che con i suoi spumanti e Prosecco ci accompagna, insieme a Cantina Albinea Canali, durante le 10 tappe del Tour La Forza del territorio.

Le Cantine protagoniste del tour La Forza del territorio

Maschio dei Cavalierri, è una delle due case vitivinicole, con Cantina Albinea Canali, che ci accompagna nel tour La Forza del territorio, un vero e proprio percorso di scoperta della cucina tradizionale italiana. Durante ogni cena in programma potrete degustare alcune delle migliori etichette delle Cantine abbinati alle portate dei menu: da una parte abbiamo  gli spumanti e i Prosecco della prima. dall’altra i vini emiliani della storica realtà della collina reggiana.

Maschio dei Cavalieri

La Cantina da cui nascono gli spumanti Maschio dei Cavalieri ha una storia diversa: fu fondata nel 1973 quando Bonaventura Maschio trasformò la secolare distilleria di famiglia in un’azienda vinicola all’avanguardia per tecnologia e processi produttivi. Una cantina da sempre riconosciuta per la qualità dei suoi Prosecco DOC e DOCG nonché per i suoi spumanti, esempi di fine spumantizzazione da uve provenienti da vitigni autoctoni e non. Siamo nei territori del Veneto orientale, compresi tra le colline del Valdobbiadene, dichiarate patrimonio Unesco, e la pianura che giunge al mare. Da qui arriva l’uva Glera destinata alla produzione di Prosecco e le uve di Incrocio Manzoni, Pinot bianco, Pinot Grigio, Pinot nero e Raboso.
Maschio dei Cavalieri è ricerca e innovazione: gli spumanti della cantina nascono da un lavoro di analisi e studio portato avanti con costanza e metodo, ma anche, e soprattutto, con passione e rispetto delle tradizioni, applicato ad ogni fase della vinificazione, dalla vigna all’imbottigliamento. La tecnologia e il sapiente uso delle tecniche produttive caratterizzano fortemente questo percorso. Un esempio arriva dal processo di fermentazione: gli spumanti Maschio dei Cavalieri non vengono creati con la classica doppia fermentazione. In cantina si lavorano i mosti e non i vini, così da poter mantenere intatte la freschezza e la fragranza del succo d’uva e ottenere spumanti in grado di portare al palato e al naso un’intensa esperienza di degustazione nella quale leggere puntualmente tutti i territori, dai cru delle colline di produzione del Prosecco, le cosiddette Rive, fino ai vini più quotidiani.

 

Scopri il programma del tour La Forza del territorio

Si ringraziano