Parte dal Lazio OLIOE20, il ciclo di show cooking dedicati agli oli extravergine di qualità italiani promosso dall’Ismea – Istituto di servizi per il mercato agricolo-alimentare, in collaborazione con Gambero Rosso, nell’ambito della campagna di comunicazione del Mipaaf “Olio su Tavola, i Capolavori dell'Extravergine”.

OLIOE20 al via! Il tour di Ismea in collaborazione con Gambero Rosso

OLIOE20, la prima kermesse dove l’olio extravergine di qualità e certificato Dop e Igp è il vero protagonista, comincia dal Lazio per poi proseguire il tour nelle prossime settimane toccando anche Calabria, Puglia e Toscana.

In questa puntata Giorgione (Giorgio Barchiesi) e Stefano Polacchi, curatore della guida Oli d’Italia del Gambero Rosso, guidano il pubblico in un percorso alla scoperta dei profumi e sapori tipici del Lazio con due ricette preparate dall’istrionico cuoco, alle quali verranno abbinati oli della Dop Sabina e della Dop Tuscia. A seguire la preparazione dei piatti una ventina di giornalisti che avranno la possibilità di provare direttamente le portate in abbinamento con gli oli laziali.


Le ricette proposte da Giorgione:

© Francesco Vignali Photography

Maltagliati ai broccoletti (x 4 persone) – abbinamento con olio Dop Tuscia

Per la pasta: 50 g di farina di segale; 50 g di farina integrale di grano tenero; 100 g di semola rimacinata; 1 cucchiaio di crema di broccoletti; ½ mestolo di brodo vegetale; acqua; sale; olio extravergine di oliva.
Per condire: 1 mazzo di broccoletti; 2 spicchi d’aglio; 1 peperoncino; 1 cucchiaio di crema di broccoletti; brodo vegetale; vino bianco; sale grosso; olio extravergine di oliva Dop Tuscia.

Preparazione: si puliscono i broccoletti tenendo le cime interne più tenere e dolci, si tagliano i gambetti in quattro, si sciacquano per bene e si dà una tagliuzzata grossolana. Olio in padella – ci vorrà una dose generosa – con uno spicchio d’aglio in camicia schiacciato e una punta di peperoncino, e senza farli soffriggere mettiamo subito i broccoletti, una manciatina di sale grosso e lasciamo stufare con il coperchio.

In una boule capiente prepariamo l’impasto dei maltagliati mescolando un cucchiaio di crema di broccoletti con mezzo mestolo di brodo vegetale, un po’ di acqua, un goccino di olio e una manciatina di sale; poi versiamo le farine e la semola, amalgamiamo e aggiungiamo acqua finché la farina l’assorbe. Maneggiamo l’impasto sulla spianatoia per ottenere un panetto morbido e omogeneo che facciamo riposare coperto per qualche minuto.
Controlliamo i broccoletti, li sfumiamo con vino bianco e un mestolo di brodo vegetale; lasciamo un altro po’, togliamo l’aglio e scoperchiamo.

Riprendiamo l’impasto, lo stiriamo non troppo fine al mattarello e tagliamo delle losanghe che facciamo cuocere in una pentola con acqua bollente salata. Nel frattempo mescoliamo in una cocotte un cucchiaio di crema di broccoletti con del peperoncino sfranto e un filo d’olio. Quando i maltagliati sono cotti li scoliamo e li mantechiamo in padella con i broccoletti e un mestolino di acqua di cottura; impiattiamo e coroniamo con la magnificenza di crema di broccoletti e un giro di extravergine Dop Tuscia.

 

© Francesco Vignali Photography

Merluzzo alla romana con maionese (x 4 persone) – abbinamento con olio Dop Sabina

ingredienti: 800 g di filetti di merluzzo fresco, 1 peperoncino, 2 pomodorini, 6 foglie di lattuga, 4 cucchiai di maionese, sale, olio extravergine di oliva Dop Sabina.

Preparazione: in una pentola facciamo bollire l’acqua e versiamo i filetti di merluzzo facendoli cuocere per qualche minuto con 2 pomodorini e il peperoncino intero per dare un tocco profumato. Nel frattempo sistemiamo su un piatto da portata qualche pomodorino tagliato a metà, delle foglie di lattuga lavate e asciugate e riempiamo la parte centrale di queste ultime con la maionese. Quando il pesce è cotto lo scoliamo sulla carta assorbente per eliminare i liquidi in eccesso, lo adagiamo sulle foglie di lattuga e maionese, condiamo con qualche granellino di sale e un filo d’olio Dop Sabina a crudo.

© Francesco Vignali Photography

GLI OLI DOP E IGP DEL LAZIO

Sabina DOP

  • Olfatto: fruttato medio dai sentori vegetali, con tratti erbacei ai quali si aggiungono note di frutta secca.
  • Gusto: coerenza aromatica e buon equilibrio tra sensazioni amare e piccanti, entrambe di media intensità.

Canino DOP

  • Olfatto: fruttato medio dalle note che rimandano al carciofo, alla mandorla e all’erba tagliata.
  • Gusto: deciso e di buona persistenza grazie al carattere piccante e mediamente amaro.

Tuscia DOP

  • Olfatto: fruttato di media intensità che alterna sensazioni erbacee con quelle vegetali legate alla foglia di carciofo, per poi chiudere con note ammandorlate.
  • Gusto: buona persistenza aromatica ed equilibrio nelle sensazioni amare e piccanti.

Colline Pontine DOP

  • Olfatto: di intensità media/intensa caratterizzato dalla tipica nota di foglia di pomodoro, seguita da sensazioni di erbe aromatiche, mandorla dolce e mela verde.
  • Gusto: morbido e di buona persistenza aromatica, con il piccante elegante e leggermente prevalente sull’amaro.

OLIOE20. 4 show cooking on line sull’extravergine italiano e le ricette di Giorgione

Fino a metà novembre è in programna OLIOE20, che si può leggere “olioeventi”,un ciclo di eventi straordinari dedicati agli oli extravergine di qualità italiani, realizzato dall’Ismea – Istituto di servizi per il mercato agricolo-alimentare, in collaborazione con Gambero Rosso, nell’ambito della campagna di comunicazione del Mipaaf “Olio su Tavola, i Capolavori dell’Extravergine”,  che ha come scopo la valorizzazione delle produzioni Dop e Igp e la sensibilizzazione del consumatore verso questi prodotti.

Potrete seguire gli show cooking su www.gamberorosso.it/olioe20/ e su www.campagneistituzionali.it/oliosutavola