Ager

I duemila aromi del Trentodoc: le bollicine di montagna diventano tracciabili

Uno studio della Fondazione Mach, che rientra nel progetto triennale Ager, evidenzia l’esistenza di duemila composti aromatici identificativi del metodo classico Trentodoc. Attraverso un gascromatografo bidimensionale e uno spettrometro di massa a tempo di volo è stato possibile rilevare un...

L'impronta digitale del vino: terroir, analisi e identità

[caption id="attachment_92718" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2013/02/334241_web.jpeg[/caption]C'è un'impronta digitale che dal terreno passa attraverso la vite all'uva e infine al vino. Un'impronta ben nota ai ricercatori dell'Università di Modena e Reggio Emilia che, assieme ai colleghi dell'Istituto Agrario di San Michele all'Adige, lavorano...
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X