Ad aprile la natura torna a splendere. Non solo nei colori degli alberi in fiore, ma anche con sapori e odori che arrivano dai banchi del mercato. Questo mese, infatti, accogliamo le novità della stagione appena iniziata, lasciandoci alle spalle i prodotti invernali. E allora via libera alle fragole dal rosso intenso, ai germogli verdi brillanti e a molte altre prelibatezze primaverili.


Le verdure

Dal verde brillante al verde bottiglia, è questo il colore predominante sui banchi delle verdure di aprile, il colore dei pisellini, del lattughino, del tarassaco, della borragine e degli spinacini. Non solo prodotti freschi dall’elevato potere disintossicante, ma anche molto versatili: da utilizzare crudi, nelle insalate, ma anche cotti, in gustose focacce ripiene o torte salate, oppure sul pane bruscato, abbinati a un formaggio fresco. Ma questo mese troveremo anche asparagi, carciofi (gli ultimi), le carote e i primi ravanelli, a portare un tocco di rosso in mezzo a tanto verde.
 

Ricetta: Insalate di fave e gamberetti

Quasi sempre a braccetto con il pecorino, soprattutto nelle zone dell’Italia centrale e in Sardegna, le fave hanno molte proprietà nutritive: sono depurative dell’intestino, contengono molte proteine e hanno un livello di grassi quasi irrilevante. A differenza di fagioli, lenticchie e altri legumi da conservare secchi, le fave possono essere mangiare anche crude, soprattutto le più piccole: potete gustarle in insalata o farne un pesto per condire la pasta. Per coloro che le preferiscono cotte, sono tantissime le ricette locali a base di fave: nelle zuppe, come il celebre macco di fave alla siciliana, nei primi piatti di pasta o nei risotti, in padella semplicemente saltate con aglio, olio, sale e pepe.

 

La frutta

Finalmente arrivano le fragole, con il loro profumo intenso e il colore rosso vivo puntinato di nero. Anche questi frutti hanno delle importanti proprietà nutritive: ricche di sali minerali, hanno un elevato potere antiossidante e sono indicate per chi soffre di colesterolo alto. Si possono mangiare da sole, condite con limone e zucchero, o possono essere inserite in gustose torte e crostate. Ma le fragole non solo l’unica frutta a disposizione questo mese: ci sono i kiwi, ancora per poco, ma anche i limoni, i pompelmi e le nespole, e ancora si trovano le mele, praticamente un evergreen. Vi consigliamo di mixare questi ingredienti in una saporita macedonia, da mangiare non solo per merenda ma anche come pasto unico da portare sul posto di lavoro nelle giornate più calde, da unire allo yogurt o impiegare nei dolci.

Ricetta: Bicchierino di pistacchio yogurt e fragole

Il pesce

Come sempre vi ricordiamo che per portare sulla vostra tavola pesce fresco – con le sue proprietà intatte – è bene fare molta attenzione alla stagionalità. Ad aprile via libera a pesci come acciughe, sardine, sgombro, gallinella, spigola, sarago, leccia, tonno, palamita e pagello. Ma anche crostacei e molluschi come seppie, totani, mazzancolle, granchio, gamberetti rosa e aragosta. Ricetta: Pasta con sgombro e finocchietto selvatico
 

Qualunque ricetta decidiate di sperimentare, è bene non cuocere mai troppo il pesce, per evitare che perda i suoi nutrimenti e la qualità delle sue carni. E se avete lasciato da parte i resti come le lische o le teste dei gamberi non buttateli: piuttosto utilizzateli per realizzare dei gustosi ma delicati brodi con cui bagnare altri piatti o fare dei gran risotti di pesce, senza pesce.

a cura di Francesca Fiore