[caption id="attachment_136313" align="alignnone" width=""]ciliegie[/caption]

A cavallo fra primavera ed estate, giugno offre frutta e verdura colorata, fresca e succosa, che ci aiuta a mantenere i giusti livelli di idratazione. Alimenti perfetti per affrontare l’aumento delle temperature e prepararci ai mesi più caldi. Ecco cosa comprare al mercato questo mese.


La verdura

Ci si avvicina finalmente alla bella stagione, e ormai i banchi del mercato sono un trionfo di primizie e prodotti freschi e profumati: giugno segna il cambio di stagione e quello di offerta ortofrutticola. Quasi alla fine fagiolini, piselli e asparagi che resteranno ancora per qualche giorno o qualche settimana – secondo regione – sui banchi dei mercati, per poi fare spazio a prodotti più estivi, come zucchine, melanzane e peperoni. Verdure ideali da cuocere in padella dopo averle ridotte a tocchetti, in versione caponata siciliana o ratatouille che sia, ma anche impiegate in fresche insalate di pasta o di riso, in timballi e frittate. Particolarmente buone anche grigliate e condite con un filo di olio extravergine, aglio, sale e odori a piacere, o trasformate in creme e paté, da spalmare su fette di pane leggermente abbrustolite. Non temete di mescolare verdure diverse. In questa fase occorre pescare il meglio per piatti succulenti e ricchi di sapore.

Tante le insalate da gustare questo mese: lattuga, lattughino, songino o valerianella e, negli ultimi giorni, anche pomodori e cetrioli. È il momento di dare libero sfogo alla creatività, con abbinamenti fantasiosi e ricchi di sapore, accostando a questi ingredienti anche frutta e formaggi freschi, semi di girasole o di zucca, yogurt bianco, cipolle tagliate a fettine sottili, frutta.

 

Ricetta: Cous cous con zucchine marinate alla menta pomodori confit e robiola

 

La frutta

Dal banco della frutta arrivano le novità più importanti: iniziano questo mese le ciliegie, con le varianti che si incontrano su e giù per ‘Italia: amarene, visciole e maresche. Ognuna ha un uso specifico ideale, le ciliegie sono perfette al naturale, le amarene si utilizzano spesso sciroppate, con marasche e visciole si farciscono crostate e dolci di vario tipo.

Approfittate ancora della presenza delle nespole giapponesi, ma date un occhio anche alle novità come albicocche, pesche e pesche noci, prugne, susine, more di gelso (o gelsi bianchi) e melone. Tutti prodotti ricchi di vitamine e acqua, da utilizzare per macedonie colorate e gustose, ma non solo: sono diversi, infatti, gli alimenti che si prestano a preparazioni salate, accostati alla carne o al pesce. Pesche e albicocche, ad esempio, possono essere usate insieme a verdure e aromi per preparare un saporito spezzatino, sia con la carne di vitello che con l’agnello, come si fa spesso nei paesi di cultura araba e mediorientale. Mentre non mancano anche bibite a base di frutta.

 

Ricetta: Dolce da bere a base di ciliegie

 

Il pesce

Il pesce azzurro è il vero protagonista dei banchi ittici a giugno, con tutto il suo apporto di omega3, vitamine A e B e sali minerali di vario tipo. Via libera dunque a pesce spada, palamita, costardelle, sardine, sgombri, alici e aguglie, da trattare pochissimo in cottura per mantenerne intatte le proprietà nutritive. Ma questo mese potrete sbizzarrirvi anche con dentici, cefali, naselli, orate e triglie, o con molluschi e crostacei come totani, gamberetti rosa, scampi e granchi.

 

Ricetta: Pesce spada alla calabrese

 

a cura di Francesca Fiore