Investor Relations
Contenuto premium
vino

Pinot Nero Ecce Draco 2021

Emilia Romagna
rosso

Descrizione

La Vigna | Ci troviamo nella valle di Tramazo, una delle tre valli di Modigliana dove Giorgio Melandri coltiva le sue uve. In questo caso è una piccola vigna di circa vent'anni, a 600 metri slm. Fu piantata dall'enologo Francesco Bordini per conto di un altoatesino che decise di comprare della terra sull'Appenino, scomparso lo scorso anno. L'impianto fu fatto con barbatelle con genetica di Borgogna atte a dare vini sottili scarichi di colore, nonostante in quegli anni c'era ancora una ricerca opposta. I filari sono in mezzo ai boschi, i suoli sono ricchi di arenarie, l'escursione termica non manca (parliamo di una delle vigne più alte in tutta la Romagna): tutto ciò porta ad avere un microclima unico, che si ritrova interamente nel bicchiere.
La Persona | Giorgio Melandri è l'ideatore di Mutiliana, progetto vitivinicolo volto a esaltare tutte le peculiarità del vitigno sangiovese nella piccola grande sottozona Modigliana, all'interno della Doc Romagna. La sua sensibilità e conoscenza del mondo del vino (è stato per anni degustatore della Guida Vini d'Italia) lo hanno portato a mettere in bottiglia tre cru di sangiovese, simbolo delle tre valli del territorio. La gamma rossista è completata da Ecce Draco, Pinot Nero in purezza che esprime al meglio tutte le caratteristiche del grande vitigno sull'Appennino romagnolo. Giorgio crede molto nelle diverse espressioni territoriali e lo dimostra attraverso la produzione di vini autentici, di grande beva ed eleganza, mai scontati e di grande carattere nonostante la finezza non manchi in nessuna etichetta.
Il Vino | Alcune sensazioni si avvertono fin dal momento in cui si versa il vino nel bicchiere. Il colore è scarico, ma luminoso e già fa presagire cosa regalerà al naso e in bocca. Si parte con i piccoli frutti di bosco, si prosegue con un delicatissimo tocco speziato molto elegante, per poi finire con note floreali, bellissime, di rosa e viola. Note che raccontano bene un rosso di montagna, figlio di un clima freddo, ma mai duro, scorbutico. È l'eleganza, la classe, la finezza a dominare e la grande conferma arriva dal sorso: l'acidità è ben integrata alla materia e regala freschezza ed energia; la sapidità non è da meno e fa da contraltare a una materia sottile, ma mai troppo scarna, tantomeno esile, piuttosto cremosa e di gran sapore.

Abbinamento
tartare di manzo, tataki di tonno rosso

Valutazione

Centesimi
94
/100 
degustato il 29/07/2022

Dettagli

Tipologia
rosso
Denominazione
Forlì
Regione
Emilia Romagna
Struttura
Leggero
Alcol
12,50%
Longevità
2022 - 2032
Prezzo
€ 24,00
Produzione
2000 bottiglie
Vitigni
Pinot nero 100%
Selezione
Vini Rari
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X