Elaborazione:
Cuocere molto al dente i taglierini in abbondante acqua salata, scolarli e condirli con  il pesto preparato precedentemente. Portiamo a 80° l’acqua di governo delle mozzarelle lasceremo la mozzarella  per circa due minuti. Pressate con le dita la mozzarella ancora ben calda come se fosse una pizza, farcite con i taglierini e chiudete velocemente tutti i lati della mozzarella, riformando una palla. Una volta rimozzata lasciate qualche secondo in acqua fredda con ghiaccio.
Asciugate la palla. Passatela nella farina, nell’uovo battuto e nel  mix di pangrattato. Friggetela infine nell’olio bollente. Per la salsa:
Fate andare l’olio con il lardo e lo scalogno, dopo un minuto eliminate il lardo e rosolate i piselli aggiungendo l’acqua. Frullate il tutto e passate con lo chinoise.
Impiattate la salsa a specchio adagiando la palla di mozzarella ripiena , decorate a piacere con germogli o foglie di ortaggi essiccati... 07 Aprile 2011
Il 23 e il 24 maggio nel borgo medievale di Gualdo, nel Maceratese, si svolge Formaggi d'autore, mostra mercato che offre ogni anno, da 13 anni, una panoramica della migliore produzione casearia tradizionale italiana con qualche puntata all'estero. Promossa in collaborazione con Slow Food Marche, la rassegna mette in piazza banc... 01 Gennaio 2011
Qual è il vino giusto da portare a tavola con un certo cibo? Le risposte a questa domanda sono mille... C’è chi ha elaborato complessi sistemi, chi “nega” la validità di ogni teoria e si affida al caso e al gusto... Ma in realtà il gioco potrebbe essere molto interessante, una palestra per scoprire n... 01 Gennaio 2011
I 3 spicchi 2012 e i fuoriclasse dell’anno nella prima ed unica guida che valuta i prodotti caseari per assaggio diretto, assegnando “spicchi di cacio”.     Alla Città del gusto di Roma abbiamo presentato la prima edizione della guida ... 01 Gennaio 2011
«Cinquanta banchi di assaggio, oltre 50 piccole aziende della migliore produzione casearia italiana provenienti da tutte le regioni, dalla Valle d'Aosta alla Sicilia, verticali di grandi formaggi tipici abbinati a vini, bollicine e birre artigianali».   È quanto promette Alberto Marcomini,... 01 Gennaio 2011

Accostare l’arte casearia all’universo ecologico è una delle fasi più stimolanti e affascinanti della tecnica d’abbinamento. Formaggi e vini hanno, effettivamente, molto in comune. Una vera affinità elettiva che rimanda a una suggestiva riflessione su... 01 Gennaio 2011

 

CHEESE LAB

Esclusivo laboratorio di degustazione di formaggi

 

Primo appuntamento: giovedì 12 apri... 01 Gennaio 2011

A tavola, se ci si vuole divertire ad abbinare il buon formaggio a frutta e confetture, consigliamo di iniziare con fragole, fichi e datteri, meglio in confettura con il provolone piccante. L'abbinamento perfetto fra un vino e il Provolone Valpadana, poi, è una questione di gusti personali, oltre che di armonia dei sapori... 01 Gennaio 2011
È un formaggio a pasta filata compatta, semiduro. La crosta è lucida, sottile e non è commestibile. Può essere dolce o piccante e ogni forma può pesare da 0,5 a oltre 100 kg. Una delle caratteristiche del Provolone Valpadana è la varietà di forme in cui viene mess... 01 Gennaio 2011
Il sapore unico dei pascoli della Val Padana in un formaggio dal formato tutto meridionale. Un connubio ben riuscito tra la cultura delle paste filate tipica del sud Italia e l'ambiente padano, particolarmente vocato alla produzione lattiero casearia. Un prodotto che potrebbe essere uno dei simboli gastronomici che celebrano al... 01 Gennaio 2011

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition