Scaldate l'olio in una casseruola e fatevi rosolare leggermente la cipolla tritata e gli spicchi d'aglio spellati e schiacciati.

Tuffate i pomodori per qualche secondo in acqua in ebollizione, passateli sotto l'acqua fredda, pelateli, privateli dei semi, spezzettateli e metteteli nel soffritto.

Fate cuocere per circa un quarto d'ora a fuoco vivace quindi aggiungetevi il pane spezzettato e una manciata di foglie di basilico, mescolate e condite con sale e pepe.

Dopo qualche minuto, quando il pane si sarà un po' insaporito, unite circa un litro di acqua bollente e continuate la cottura per un'altra ventina di minuti mescolando spesso fino a quando il composto non avrà assunto un aspetto cremoso e omogeneo.

Servite tiepido.... 07 Gennaio 2008
Fate tostare le fette di pane dalle due parti sistemando la griglia molto vicina al fuoco in modo che il pane diventi croccante in superficie rimanendo morbido all'interno. Ancora calde, strofinatele leggermente con uno spicchio d'aglio, salate, pepate e irroratele con l'olio.

Questo è il modo più semplice e tradizionale per insaporire le bruschette che si possono tuttavia arricchire in tanti altri modi.

Al lardo: Sulle bruschette caldissime, appena tolte dal fuoco, adagiate due o tre fettine sottilissime, quasi trasparenti, di ottimo lardo artigianale (Colonnata, Arnad).

Alle olive: Spruzzate poco olio sulle bruschette e spalmatele con un velo di paté di olive. Completate con qualche dadino di peperone giallo.

Al pomodoro: Tagliate a dadini dei pomodori maturi ma sodi, salate e lasciateli fare l'acqua per un'oretta dentro un colapasta. Al momento di preparare le bruschette, unite ai pomodori un cuore di sedano affettato sottile e insaporite con origano, pepe e olio. Distribuite i pomodori sulle bruschette calde e completate con qualche foglia di basilico.

Alle verdure: Scottate brevemente un bel cespo di scarola in acqua salata, scolatela, strizzatela e tagliuzzatela grossolanamente. Scaldate due cucchiai d'olio in una padella e fate imbiondire dolcemente due spicchi d'aglio affettati e mezzo peperoncino. Unite due o tre filetti di acciuga e, quando sono disfatti buttate in padella la scarola, una cucchiaiata di uvetta ammollata e altrettanti pinoli e fate insaporire per qualche minuto a fuoco vivace. Distribuite la verdura, calda o fredda, su quattro bruschette calde.... 07 Gennaio 2008
Preparazione: 40 minuti + il tempo di lievitazioneSciogliete il lievito con poca acqua tiepida. Setacciate la farina sulla spianatoia, fate la fontana e versate al centro il lievito diluito, due cucchiai d'olio, il sale e poca acqua tiepida alla volta, quanto basta per ottenere una pasta piuttosto morbida. Impastate energicamente per un decina di minuti quindi raccogliete l'impasto a palla, sistematelo in una ciotola, copritelo con un canovaccio piegato in quattro e mettetelo a lievitare in un luogo tiepido fino a quando sarà raddoppiato di volume. Lavate i pomodori, divideteli in due, privateli dei semi e spezzettateli, quindi salateli e metteteli in un colapasta perché perdano parte dell'acqua di vegetazione. Tagliate a dadini la mozzarella [meglio se non è freschissima: un giorno o due di permanenza in frigorifero la renderanno più compatta e asciutta]. Quando la pasta è pronta, stendetela con il mattarello ad un spessore di mezzo cm scarso e ricavatene dei dischi di dieci cm di diametro. Distribuite sui dischi di pasta i pomodori e la mozzarella, insaporite con una macinata di pepe e piegateli a mezzaluna. Premete la pasta tutto intorno e sigillate le mezzelune passando sul bordo la rotella dentata. Quando i panzerotti saranno tutti pronti, friggeteli in abbondante olio caldo [160°] e scolateli quando saranno color oro chiaro, passandoli su un doppio foglio di carta da cucina.... 07 Gennaio 2008
Preparazione: 40 minuti + 3 ore per la lievitazione

Lessate la patata con la buccia in acqua inizialmente fredda quindi pelatela, passatela dallo schiacciapatate e lasciatela raffreddare dopo averla allargata su un piatto (oppure cuocetela la microonde).

Tagliate il salame a dadini piccolissimi. Tagliate nello stesso modo anche il formaggio. Fate fondere il burro a bagnomaria o nel microonde. Setacciate le due farine e miscelatele con la bustina di lievito, un cucchiaino di zucchero (o di miele: il saccarosio serve per "nutrire" i batteri del lievito e favorire quindi la sua azione), mezzo di sale, il parmigiano grattugiato e abbondante pepe di mulinello.

Fate una fontana molto larga e mettetevi la patata passata allo schiacciapatate (fredda), le uova intere, il burro fuso freddo e il latte appena tiepido.

Impastate energicamente per una decina di minuti unendo anche, una manciata alla volta, il salame e il formaggio.

Quando la pasta è pronta, ben lavorata e amalgamata, raccoglietela a palla e sistematela in un'ampia ciotola infarinata. Coprite con un canovaccio umido piegato in quattro e fate lievitare in luogo tiepido per un'ora abbondante.

Trascorso questo tempo, rovesciate la pasta sulla spianatoia infarinata e lavoratela brevemente per sgonfiarla quindi, rotolandola con le mani infarinate, formate un salsicciotto e sistematelo in uno stampo a ciambella imburrato e infarinato (28 cm di diametro).

Pareggiate la superficie quindi coprite lo stampo con un foglio di pellicola e fate lievitare ancora per un paio d'ore fino a quando la pasta sarà arrivata al bordo dello stampo.

Mettete la ciambella nel forno a 180° e proseguite la cottura per 45-50 minuti.

Dopo averla sformata, fate raffreddare la ciambella su una griglia.... 07 Gennaio 2008

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition