CONTENUTO SPONSORIZZATO

Il mondo della ristorazione ha dovuto far fronte nell’ultimo anno a gravi difficoltà a causa della pandemia, tra lunghe chiusure, improvvise e brevi riaperture e normative in continuo cambiamento.

Finalmente, sembra arrivato il momento della vera ripresa delle attività, complici la bella stagione e la massiccia campagna vaccinale, che ben si sposa con la voglia sempre più diffusa di tornare a godersi un pasto fuori casa.

Per mesi gli italiani si sono improvvisati chef, saccheggiando i supermercati di lievito e farine e cercando di scoprire tutti i segreti della panificazione, mentre adesso possono riporre i grembiuli nel cassetto e affidarsi a veri esperti.

Dopo tanto tempo, può succedere però di sentirsi un po’ disorientati, all’oscuro dalle novità del settore. Ecco quindi una breve carrellata sulle tendenze ristorazione 2021, fra tecniche, ispirazioni e ricette sfiziose:

  • attenzione alle materie prime, sempre più in crescita la ricerca di materie prime di qualità, possibilmente biologiche, che siano tracciabili e che permettano di comporre piatti saporiti e sani, utilizzando ingredienti genuini tipici del territorio, come verdura, frutta, legumi e carne, all’insegna della prossimità e della valorizzazione dei piccoli produttori;
  • lente cotture a bassa temperatura, ideali per trarre il meglio dagli ingredienti e salvaguardarne sapore e proprietà nutritive, si riallacciano alla tradizione, con la riscoperta per esempio della brace e l’utilizzo di pentole in ghisa, da associare a forni, piani cottura e utensili moderni ed efficienti, come le attrezzature per Ristorazione Projectfood;
  • riduzione degli sprechi, in ottica di sostenibilità e in accordo con i principi dello Zero Waste, i rifiuti vanno ridotti al minimo e questo comporta lo sfruttare il più possibile tutte le parti degli alimenti, come le bucce, cimentandosi in ardite sperimentazioni fra i fornelli;
  • poke bowl, piatto tipico hawaiano che ha ottenuto negli ultimi anni sempre più successo e continua a essere una delle opzioni più valide, soprattutto se si è alla ricerca di un mix di sapori fresco, leggero e saporito, che unisce riso, pesce crudo, alghe, avocado e verdure varie;
  • pizza gourmet, il piatto italiano per eccellenza è diventato un banco di prova per chef affermati, che pongono l’accento sulla qualità delle materie prime e su una lunga lievitazione, grazie all’uso del lievito madre che dà vita a un impasto morbido ed estremamente digeribile, da arricchire con abbinamenti anche azzardati;
  • sushi all’italiana, ovvero la reinterpretazione in chiave nostrana di una delle più famose specialità giapponesi, che sta affermandosi per la sua originalità e bontà e che riprende la forma e il riso dei tradizionali maki a ingredienti come salumi e formaggi locali.

Oltre a novità e tendenze particolari, i clienti che torneranno a popolare ristoranti e trattorie avranno modo di trovare anche i sapori più tipici della nostra penisola, fra piatti di pesce fresco e crostacei, immancabili soprattutto in estate, pasta artigianale e deliziosi dessert per concludere in dolcezza, come un goloso tiramisù. Il tutto accompagnato da un buon vino, scelto in maniera appropriata per accompagnare il pasto ed esaltare i sapori.

Viziarsi un po’ a tavola, insieme ad amici o familiari, diventa il modo migliore per celebrare un nuovo inizio, all’insegna di buonumore, gusto e convivialità.