Dal 18 al 20 gennaio, a Firenze, va in scena la decima edizione del contest Birraio dell'Anno, organizzato da Fermento Birra. Un premio al produttore e alle sue capacità. La lista dei 20 finalisti.
Pubblicità

Birraio dell’Anno. La competizione

Messo in cassaforte il decreto sulla riduzione delle accise per la produzione brassicola, il mondo della birra artigianale italiana guarda al 2019 con rinnovata fiducia. Anche quest’anno, a dare il via al calendario degli eventi brassicoli, ci pensa il network Fermento Birra con il suo Birraio dell’Anno. Giunto alla decima edizione, Birraio dell’Anno è ormai uno degli appuntamenti più importanti nel panorama della birra artigianale italiana; la manifestazione, che si terrà da venerdì 18 a domenica 20 gennaio a Firenze, presso il teatro TuscanyHall (ex ObiHall), vedrà il suo culmine domenica pomeriggio quando Lorenzo “Kuaska” Dabove, guru del movimento artigianale, proclamerà i vincitori delle due categorie previste dal regolamento, Birraio dell’Anno e Birraio Emergente. La formula scelta dal network Fermento Birra, più che un vero e proprio concorso, è l’equivalente di quello che nel calcio è il “Pallone d’Oro”: non viene premiata la birra migliore, ma l’operato del produttore durante l’anno, facendo riferimento ovviamente alla qualità delle creazioni, ma soprattutto alla costanza produttiva e alla bravura tecnica. A scegliere la lista dei venti nominati (cinque per la categoria Emergente) e i vincitori 100 esperti del settore (giornalisti, publican, degustatori, operatori del settore) che a doti di degustazione affiancano una conoscenza profonda del panorama brassicolo italiano.

 

Premi e assaggi

La premiazione avverrà all’interno di un festival dove saranno presenti più di 150 birre prodotte dai 25 birrifici candidati al premio. Ma quest’anno la kermesse mette in campo una novità, il corner “Best OFF!”: tra le birre servite nella tre-giorni fiorentina ci saranno anche quelle dei 10 migliori birrai provenienti dalle regioni non coinvolte nelle nomination, individuati sulla base della classifica delle votazioni. Per accompagnare le birre è prevista un’area food dove protagonisti saranno i locali della citta: il gastro-pub Pint Of View, la birreria Diorama con il quinto quarto fiorentino, dai fornelli del Fac l’offerta ricercata dello chef Simone Cipriani, gli hamburger di chianina di Panino Tondo. Ma ci sarà spazio anche per incursioni fuori regione con le specialità siciliane di Arà e quelle marchigiane di Ape Scottadito. Per quelli che invece vogliono approfondire le proprie conoscenze sul mondo della birra non mancheranno degustazioni guidate e incontri tematici nelle aree Beer Show e Beer Match. Insomma gli ingredienti per un grande evento ci sono proprio tutti.

Pubblicità

 

Candidati al premio Birraio dell’Anno 2018

Josif Vezzoli del birrificio Birra Elvo di Graglia (BI)

Mauro Salaorni del birrificio Birra Mastino di San Martino Buon Albergo (VR)

Pubblicità

Luana Meola e Luca Maestrini del birrificio Birra Perugia di Perugia

Agostino Arioli del Birrificio Italiano di Limido Comasco (CO)

Fabio Brocca del Birrificio Lambrate di Milano

Emanuele Longo del Birrificio Lariano di Dolzago (LC)

Samuele Cesaroni della Brasseria della Fonte di Pienza (SI)

Pietro Di Pilato del birrificio Brewfist di Codogno (LO)

Alessio Gatti del birrificio Canediguerra di Alessandria

Marco Ruffa del birrificio CR/AK di Campodarsego (PD)

Alessio Selvaggio del birrificio Croce di Malto di Trecate (NO)

Luigi D’Amelio del birrificio Extraomnes di Marnate (VA)

Gino Perissutti del birrificio Foglie d’Erba di Forni di Sopra (UD)

Marco Valeriani del birrificio Hammer di Villa D’Adda (BG)

Conor Gallagher Deeks del birrificio Hilltop di Bassano Romano (VT)

Valter Loverier del birrificio Loverbeer di Marentino (TO)

Matteo Pomposini e Cecilia Scisciani del birrificio MC77 di Serrapetrona (MC)

Marco Raffaeli del birrificio Mukkeller di Porto Sant’Elpidio (FM)

Marco Sabatti del birrificio Porta Bruciata di Rodengo Saiano (BS)

Giovanni Faenza del birrificio Ritual Lab di Formello (RM)

 

Candidati al premio Birraio Emergente 2018

Giorgio Masio del birrificio Altavia di Sassello (SV)

Luca Tassinati del Birrificio Altotevere di San Giustino (PG)

Adriano Giulioni del birrificio Babylon di Folignano (AP)

Alessandro Sanna e Federico Bianco del birrificio Birra Bellazzi di San Lazzaro di Savena (BO)

Umberto Calabria del birrificio Jungle Juice Brewing di Roma

 

www.birraiodellanno.it

www.fermentobirranetwork.com

 

a cura di William Pregentelli