Un esempio di imprenditoria brillante in un tempo difficile come quello attuale: storia e curiosità su Ciocomiti, cioccolateria della Val di Sole.
Pubblicità

Ciocomiti, il cioccolato ad alta quota

Non si ferma il mondo dell’enogastronomia, neanche con una pandemia mondiale che sta tentando di mettere in ginocchio il settore della ristorazione. Di esempi di giovani imprenditori che continuano a scommettere sul cibo di qualità ce ne sono sempre di più: l’ultima notizia arriva da Malé, nel cuore della Val di Sole, dove Matteo Fedrizzi e Luca Bondioli hanno avviato una produzione di cioccolato di qualità ad alta quota, a 2.272 metri di altitudine. È precisamente al Rifugio Tuckett che è nato Ciocomiti, cioccolateria delle Dolomiti che lavora fave di cacao provenienti da piantagioni attentamente selezionate.

Come nasce Ciocomiti

La produzione è interamente artigianale, supportata da Trentino Sviluppo, che nell’estate del 2018 ha affidato alla società gli spazi dell’Innovation Center di Malé, centro d’avanguardia nato in una ex fabbrica dismessa e rimessa a nuovo, con oltre 500 metri quadrati di pannelli fotovoltaici e un’ampia area verde, il tutto dedicato a ospitare l’artigianato locale. Un sostegno fondamentale per i due imprenditori che, come ha spiegato il CEO Matteo Fedrizzi al giornale Trentino, “ci ha dato l’opportunità di concentrare i nostri investimenti, oltre 400mila euro solo nel 2020 che si aggiungono ai 500mila dei due anni precedenti, in digitalizzazione, trasformando i macchinari necessari con tecnologia 4.0”. Permettendo così la creazione di “un’azienda artigiana fortemente orientata all’innovazione e all’alta qualità”.

I punti vendita dell’azienda Ciocomiti

L’obiettivo è quello di offrire prodotti di pregio, “crescendo al contempo sia in termini di fatturato che a livello occupazionale”. Il laboratorio occupa 900 metri quadri di spazio dedicati alla produzione di tavolette, praline, creme spalmabili e biscotti, ma non solo: Ciocomiti ha rilevato anche la gestione di altri negozi in diverse località montane della provincia. Oltre al punto a Malé, quindi, c’è la Baita Ciocomiti a località Pian delle Malghette, La Casa del Cioccolato a Madonna di Campiglio e quella a Passo Tonale, e anche la Tropical Bar Gelateria by Ciocomiti a Dimaro. Un piccolo impero in Trentino che riesce a mantenere alti gli standard qualitativi nonostante l’aumento dei numeri.

Pubblicità

Ciocomiti. I prodotti

Fra le specialità dell’azienda, la Ciocomitica, crema di nocciole che si è guadagnata la medaglia d’argento agli International Chocolate Awards, le Ciocomela dedicate a un’eccellenza del territorio, la mela trentina essiccata e ricoperta di cioccolato. Ancora, le fave di cacao dell’Ecuador ricoperte con cioccolato cuvée 71%, la frutta ricoperta, i dragée, le praline Cubotto e poi tutte le linee speciali da ricorrenza: per Pasqua, San Valentino, la Festa del Papà e qualsiasi occasione valga la pena di essere festeggiata con del buon cioccolato.

ciocomiti.com/

a cura di Michela Becchi