Macinate a pietra, biologiche, ideali per dolci, per pizza o per il pane di tutti i giorni. Le farine con semi germogliati, selezionate secondo caratteristiche climatiche, ottenute da grani antichi... Insomma, quello della farina è un universo tutto da scoprire. Mi rivolgo agli esperti per saperne di più: andiamo a scuola?
Pubblicità

Lezioni di Farina con Eleonora Baldwin

Chi mi conosce sa che la mia passione è ricercare (e assaggiare) i prodotti di piccoli artigiani e realtà meno conosciute, realizzazioni che rappresentano la ricca biodiversità del nostro Paese. Parlo dei prodotti dell’orto, del frantoio, della cantina, del caseificio, del salumificio…Ma per accompagnare ed esaltare queste delizie agro-alimentari, cosa c’è meglio del pane? Ma c’è pane e pane. E allora, da amante curiosa del buon mangiare, voglio conoscere cosa c’è dietro l’immenso universo dell’arte bianca. Per scoprirne i segreti, faccio lezioni teoriche e pratiche con gli esperti di Farina Petra alla loro Università della Farina, e poi in giro per l’Italia scovo curiosità, tecniche di panificazione e soprattutto storie di artisti che nei loro panifici, ogni giorno (spesso di notte) sfornano bellezza, tradizione e amore. Raccontando tutto nel nuovo programma in onda ogni martedì alle 21.00 su Gambero Rosso Channel, Lezioni di Farina.

Scopri il programma Lezioni di Farina su Gambero Rosso Channel

Il valore del pane

Il primo alimento creato dall’umanità è stato il pane. Il più antico risale al 12,000 a.C. circa, ritrovato in Giordania. Veniva preparato macinando fra due pietre dei cereali e mescolando con acqua. L’impasto finale, che somigliava a una frittata, veniva cotto su una pietra rovente. Questa prima forma di pane è stata poi seguita a breve tempo da altri alimenti creati dall’uomo con le risorse naturali disponibili: olio d’oliva, vino e poi non ultimo il formaggio. Già così possiamo parlare di un pasto da re. Ma cosa rende speciale un pane? I fattori sono tanti. Il pane occupa un posto fondamentale nella tradizione mediterranea: è il componente primario della nostra alimentazione. I requisiti necessari per un buon pane sono farine di prima qualità molite con tecniche ben precise; idratazione; lievito e spesso, ma non sempre, sale. E poi calore e tempo. Il pane si fa attendere, perché tutti questi elementi diventano uno solo grazie alla pazienza del panificatore. Imparare tutto sul pane significa seguire le quattro T: Tradizione, Tecnica, Territorio e Tempo.

Scopri il programma Lezioni di Farina su Gambero Rosso Channel

Nella mia ricerca di cosa c’è dietro il vasto universo del pane come espressione di regionalità, tradizione e alimentazione primaria della nostra cultura, voglio imparare inoltre quanta differenza fanno la forza della farina, il lievito madre, l’idratazione e anche le tecniche d’impasto.

Pubblicità

Vado dietro le quinte, scopriamo insieme cosa c’è sotto la crosta?

 Lezioni di Farina – Tutti i martedì alle ore 21:00 su Gambero Rosso Channel – SKY 133 e 415

a cura di Eleonora Baldwin