All'ospitalità della Capitale si aggiunge un punto d'eccellenza. Sarà in una via storica del centro di Roma, in cucina avrà il volto noto di Gambero Rosso Channel e la pasticceria sarà curata da un fuoriclasse come Andrea De Bellis.
Pubblicità

Roma è una città che conta circa dieci milioni di turisti l’anno. Ad attrarre questo considerevole flusso, oltre a storia, arte e monumenti, è la gastronomia. Non stupisce, quindi, che l’offerta di ospitalità punti, finalmente anche negli alberghi, ad uno standard decisamente alto. Ecco quindi che D.O.M., il nuovo hotel cinque stelle appena aperto in una via emblematica del centro di Roma, via Giulia, a pochi passi da Campo de’ Fiori, piazza Farnese, San Pietro e piazza Navona, abbia puntato alla qualità anche nella scelta dei piatti alla carta.Ad occuparsi dell’offerta gastronomica sarà, infatti, Massimiliano Mariola, volto noto di Gambero Rosso Channel, meglio noto come Max. La pasticceria sarà invece curata da Andrea De Bellis, il pasticciere romano dallo sguardo severo che in poco tempo si è aggiudicato premi e segnalazioni non solo nelle nostre guide e che ha bottega non troppo lontano da via Giulia.
Max Mariola, tra l’altro, non è nuovo ad esperienze nel campo dell’hotellerie di tono. Lo chef negli, ultimi anni, si è dedicato a diverse consulenze affermandosi dal 2010 al 2013 quale executive chef della catena Boscolo Hotels in Italia ed Europa e seguendo, inoltre, la linea di cucina del Relais & Châteaux La Peschiera di Monopoli. I piatti non saranno suddivisi secondo lo schema classico con antipasti, primi e secondi ma verranno raggruppati in 5 categorie: Bites, Hotel Classic, Vegetariani, Terra&Acqua e Comfort &Tradition. Ecco quindi che non solo si potrà soggiornare in una delle vie più caratteristiche di Roma, visitare luoghi dall’alto patrimonio artistico e culturale semplicemente girando l’angolo. L’offerta del D.O.M. accontenterà anche chi, dopo aver passeggiato tra le meraviglie capitoline, vorrà soddisfare il proprio appetito con piatti della tradizione e al contempo innovativi (questa la linea del ristorante). Ogni giorno lo chef proporrà un piatto tipico del repertorio romano a fianco alle sue specialità come l’uovo a 65°, gli spaghettoni con cime di rapa e mollica croccante, la guancia di manzo con la sua salsa e purè di mela e sedano rapa e i saltimbocca di rombo con crema di patate.
La mia è una cucina di prodotto”, spiega Max Mariola “che punta sulla pulizia e riconoscibilità dei sapori. Amo comporre i piatti con pochi ingredienti, molte verdure e nessun prodotto fuori stagione. Nel menu c’è un intero capitolo vegetariano”.

D.O.M. | Via Giulia, 131, Roma | Tel: 06 6832144 | www.domhotelroma.com