Parte su Clubhouse il nuovo format "Chefhouse": ogni volta due grandi cuochi italiani si sottopongono alle domande degli utenti del nuovo social dedicato alla voce. Si parte con due pezzi da novanta, giovedì 18 febbraio alle 18.30.
Pubblicità

Intervistare, porre una domanda, condividere una riflessione con chef del calibro di Massimo Bottura e Niko Romito? Se fai parte del mondo della gastronomia forse ti è capitato, ma se lavori in altri settori l’opportunità è più rara. Ora con Clubhouse però certe distanze si annullano.
Su quanto stia spopolando Clubhouse abbiamo già scritto qualche giorno fa. Il nuovo social network basato sull’audio e sulla voce è utilizzato secondo alcune stime solo da 150 o 200mila italiani, ma a dispetto dal piccolissimo bacino di utenti l’hype comunicativo è elevatissimo e la qualità delle discussioni in diretta si mantiene alta anche grazie all’ingresso solo previo invito. Una frequentazione quindi molto selezionata ancora, fatta di giornalisti, influencer, startupper, conduttori televisivi e radiofonici, esperti di marketing e comunicazione, analisti politici, creativi. E anche grandi chef però.

Niko Romito e Massimo Bottura su Clubhouse

Proprio da questa circostanza parte la prima iniziativa che prova a far confrontare i super-cuochi già registrati in Clubhouse con il peculiare pubblico che frequenta il social. Il nuovo format basato sulla sola voce terrà la sua primissima uscita giovedì 18 febbraio alle 18.30 (fino alle 20) e prenderà il nome di “Chefhouse“. L’incontro – ideato e moderato da Massimiliano Tonelli e Anna Prandoni – avrà regole piuttosto semplici e inevitabilmente informali come impone il protocollo di Clubhouse: i super chef si sottoporranno alle domande del pubblico in diretta, ma con la particolarità che a rivolgerle non potranno essere personaggi e addetti ai lavori del mondo del food. Dunque niente altri chef, niente giornalisti enogastronomici e niente volti nomi del circo del cibo.

L’obiettivo? Stimolare un dialogo e un confronto tra community verticali e diverse, provare a far emergere questioni nuove, interrogativi inediti e punti di vista alternativi a quelli già ampliamente sviscerati. Ne scaturirà una intervista in diretta che vedrà i due super cuochi italiani sollecitati da una platea insolita rispetto a quella dei classici contesti gastronomici. Dopo il debutto con Bottura-Romito, il format proseguirà poi, un paio di volte al mese, con altre coppie di chef nelle prossime settimane. E un sunto di quanto emerso sarà comunque pubblicato qui il giorno successivo all’incontro.

Pubblicità