Dove mangiare ad Abetone, i 7 migliori ristoranti scelti dal Gambero Rosso

9 Dic 2023, 18:38 | a cura di Clara Barra
Il comprensorio sciistico dell’Abetone comprende complessivamente 30 piste con 22 impianti di risalita per un totale di circa 50 chilometri di superficie sciabile, la cui apertura è prevista a partire dal 7 dicembre. Da venerdì 8 dicembre invece il Mercatino di Natale sulla piazza principale

Tanti tipi di funghi, tartufi, castagne, frutti di bosco e cacciagione. Questi e altri ancora sono gli ingredienti protagonisti dei generosi piatti tipici delle montagne dell’Abetone, sapori adatti ai climi freddi soprattutto dopo una giornata trascorsa sulla neve.

Dove mangiare ad Abetone, i 7 migliori ristoranti


La Casina

Trattoria. Che ci si accomodi nel rustico ambiente allietato dal camino, oppure nel gradevole dehors, la certezza è che qui si mangia bene. In carta piatti di schietta matrice tradizionale: crostone di polenta con salsiccia e formaggio, polenta ai funghi, ravioli burro e salvia, zuppa d’orzo lenticchie e patate, peposo di cervo in umido, arista di maiale porchettata, crostata con confettura maison, strudel di mele, torta di ricotta ai mirtilli. Bella sorpresa la lista dei vini, con numerose opzioni a calice, mezze bottiglie e referenze di qualità.
La Casina – via Brennero, 245 – 0573 1943454

Non solo pasta

Pausa Gourmet. Un’attività ultraventennale dove si acquista un’ottima pasta fresca in vari formati e con diversi ripieni secondo stagionalità ed estro. Passatelli, tagliatelle, tortellini, tortelloni, lasagne, caramelle… molto difficile scegliere perché sono tutti buonissimi. In vendita anche pronti da cuocere, ideali per chi non ha molto tempo, e squisite torte di fattura casalinga. Se passate verso l’ora di pranzo, potrete mangiare un primo espresso e ben condito da gustare passeggiando per il centro, insieme (o in alternativa) a una fetta di dolce.
Non solo pasta – via Brennero, 478 – 339 3426935 – pagina Facebook

Da Pierone

Trattoria. I funghi fritti, specialità indiscussa della casa, sono così buoni che da soli valgono la visita in questo locale di tono familiare. In attività da molti anni, è un inossidabile punto di riferimento per quanti vogliono trovare a tavola i gusti e i sapori di questo angolo di territorio, a partire proprio dai funghi che si gustano sui crostini, sulle tagliatelle, con la polenta e con la carne. Valida anche l’offerta di cacciagione e di carni alla griglia; nel giusto periodo pietanze con il tartufo. Vini adeguati.
Da Pierone – via Brennero, 556 – 335 6139911 – ristorante-da-pierone.business.site

Regina

Ristorante. Un’antica costruzione in pietra ospita un comodo hotel 3 stelle con un rinomato ristoro aperto alla clientela esterna, dotato di sale confortevoli e di un dehors con vista sul Monte Gomito. La proposta culinaria attinge dal ricco bacino di prodotti della zona, introducendo qualche piccolo tocco di fantasia. Ecco quindi la battuta di Fassona a coltello, le tagliatelle mirtilli fonduta e speck, la polenta alla boscaiola, gli gnocchi di patate radicchio rosso e taleggio, il filetto in tanti modi, lo stinco di maiale al forno. Si beve bene. Prenotare.
Regina – via dell’Uccelliera, 5 – 0573 60007 – albergoregina.com

Silvio La Storia a Tavola

Trattoria. Un’insegna che ha scritto e continua a scrivere un importante pezzo di storia nell’ambito della ristorazione locale, riuscendo a mantenere nel tempo una lodevole costanza qualitativa. La proposta si basa su ingredienti a km0, ovvero funghi, tartufi, cacciagione, salumi, formaggi, frutti di bosco… in più, pasta  fresca e dolci sono fatti in casa. Il menu, giornaliero, è indicato a voce, la lista dei vini è incentrata su etichette toscane scelte con cura. Si viene qui anche solo per un aperitivo o per un bicchiere della staffa dopo cena.
Silvio La Storia a Tavola – frazione Pianosinatico via Brennero, 181 – 0573 629274 – ristorantesilvioabetone.com

La foto in copertina è di Silvio La Storia a Tavola

Dove mangiare a Cutigliano (PT)

Da Fagiolino

Trattoria. L’insegna è attiva dai primi anni Cinquanta del secolo scorso e sempre con la medesima gestione, quella della famiglia Innocenti. Si respira una piacevole atmosfera d’altri tempi negli spazi del locale, con pavimenti in cotto, arredi in legno, soffitti a travi, giusta cornice per assaporare con tanta soddisfazione i piatti tipici della casa. Si chiude con i dolcetti maison con vino dolce e (se siete fortunati) con una golosa cheesecake. In cantina prevalgono etichette toscane. Nota finale: Fagiolino è anche una confortevole locanda.
Da Fagiolino – via Carega, 1 – 0573 68014 – trattoriadafagiolino.com

Il Nonno Cianco

Trattoria. Ai piedi della funivia della Doganaccia, è un indirizzo accogliente, con un clima conviviale che mette subito a proprio agio. Per la bella stagione, poi, è previsto uno spazio esterno panoramico. Seduti ai tavoli comodi, pur se apparecchiati in modo essenziale, si gustano piatti ben fatti e curati nella presentazione: crostini misti, pappardelle al ragù di lepre, le “gonfiate” (una sorta di gnocchi) al gorgonzola, tagliata di cinghiale, nodino di daino con porcini. Adeguata la scelta dei vini, con giusto focus sulla regione.
Il Nonno Cianco – viale Europa, 23 – 0573 68041 – pagina Facebook

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram