Dove mangiare a Canazei, i migliori 9 ristoranti selezionati dal Gambero Rosso

30 Nov 2023, 15:42 | a cura di Clara Barra
Canazei è una meta vacanziera molto frequentata. Fa parte del Dolomiti Superski, il maggior comprensorio sciistico d’Italia, che si estende nel Triveneto per tremila chilometri quadrati con ben 1.200 chilometri di piste e 450 impianti di risalita costantemente rinnovati

La stagione invernale è partita lo scorso 25 novembre e terminerà indicativamente a metà aprile 2024, la Sellaronda invece aprirà il 5 dicembre e chiuderà il 7 aprile 2024, una vera pacchia per gli appassionati sportivi. Per chi al movimento fisico preferisce il relax le opportunità non mancano, dal parco acquatico alle escursioni in carrozza con i cavalli. A tavola poi, fra un boccale e un calice, si gode di una ricca e variegata carrellata di prodotti e piatti tipici. Qui gli 8 ristoranti migliori selezionati da Gambero Rosso.

Dove mangiare a Canazei

L’Ostaria da Besic

Trattoria. In pieno centro, con spazi accoglienti e una bella terrazza panoramica, è un’insegna affidabile, ideale per mangiare bene senza spendere un capitale. La cucina si esprime in pietanze mutuate dalla tradizione dai sapori decisi e intensi. Si parte con il classico tagliere di salumi e formaggi, poi tagliatelle al ragù di cervo e capriolo, spätzli alla barbabietola con fonduta e speck croccante, carni alla griglia (dalla fiorentina alla tagliata). In alternativa pizze, succulenti hamburger e piatti unici con polenta.

L’Ostaria da Besic – strada Dolomites, 101 – 0462 601664 – ostariadabesic.com

Alla Locanda - Locanda degli Artisti Art Hotel

Ristorante. È la tavola gourmet di un delizioso 4 stelle di proprietà della famiglia Rossi, nome molto noto in zona nel settore ospitalità e ristorazione. Accomodati in ambienti in cui tutto parla di comfort e bellezza si gusta una cucina di taglio contemporaneo che parte dalla selezione meticolosa di ogni ingrediente per arrivare a piatti di notevole equilibrio e gusto. La cantina ospita centinaia di bottiglie, frutto di ricerca e competenza, elencate in una lista ben pensata ed esaustiva. Per una pausa informale e easy c’è il Bistrot Artù.
Alla Locanda - Locanda degli Artisti Art Hotel – via Roma, 23 – 0462 888023 – locandadegliartisti.art

Kaiserstube all’Hotel Dolomiti Schloss

Ristorante. Si esce sempre soddisfatti da una visita in questo locale, in cui grandi numeri fanno il paio con uno standard di livello. Il menu parla di riuscite riletture di piatti della tradizione, di un comparto griglieria che si avvale di tagli di carne accuratamente selezionati e di un servizio pizzeria con impasti a lunga lievitazione e cottura nel forno a legna. Non mancano opzioni per celiaci e vegetariani. Il tutto supportato da una scelta di vini perlopiù regionali.

Kaiserstube all’Hotel Dolomiti Schloss – strada Dolomites, 78 – 0462 600199 – kaiserstubecanazei.it

Osteria La Montanara

Trattoria. Molto gettonato anche dagli abitanti del luogo, è un posto dalla piacevole atmosfera conviviale e rilassata. La cucina, di stampo casalingo, manda in tavola piatti generosi nei sapori e nelle porzioni, a partire dal tagliare di affettati e formaggi con tanto di salsine in accompagnamento. Il percorso prosegue con la tartare, la carne salada, le tagliatelle al ragù di cacciagione, la zuppa d’orzo, la polenta, lo stinco, l’ossobuco. In chiusura l’immancabile tiramisù. Ci si può far tappa anche solo per un aperitivo.

Osteria La Montanara – strada Dolomites, 185 – 0462 602610 – pagina Facebook

El Pael

Ristorante. La famiglia Anesi porta avanti una storia turistica dal 1994. Situato nel cuore della borgata, El Pael è un locale tipico (in lingua ladina vuol dire paiolo) decisamente vocato al vino. Nei piatti pietanze della Val di Fassa, senza tralasciare alcune piacevoli divagazioni. Fra le specialità della casa i canederli al Puzzone di Moena con cavolo cappuccio, la guancia di vitello al Teroldego con polenta e il goloso strudel di mele con gelato alla cannella. Grande attenzione alla cantina, ricca di etichette selezionate con profonda competenza.

El Pael – via Roma, 58 – 0462 601433 – elpael.com

El Resolè

Ristorante. Un valido punto fermo di solida conduzione familiare appena fuori dal centro, arredato in stile tipico, con tanto di musica di sottofondo e terrazza. Le tante materie prime di qualità di provenienza territoriale vengono valorizzate nel modo migliore. Esempi: carpaccio di carne salada con rucola e Trentingrana, canederli in brodo di carne, tagliatelle al ragù di capriolo, stinco di maiale al forno con patate bio, uova al tegame con speck e patate, strudel caldo di mele con gelato. Anche pizze. Si beve bene.

El Resolè – frazione Alba via Costa, 266 – 0462 600312 – elresole.it

Stua de Sorices al Rifugio Carlo Valentini

Ristorante. La chicca di questo storico rifugio a gestione familiare a 2.218 metri d'altezza, con camere comode e un panorama pazzesco sul Sassolungo, è nel gourmet gestito da Gaetano Bonanno, di origini partenopee. Affiancato alla proposta del Ristoro Sun Jouf de Sela a base di canederli, gulash, kaiserschmarren, il menu della Stua offre una visione personale, contemporanea e stimolante, dove il territorio fa da trampolino per felici sperimentazioni. La scelta dei vini funziona bene sui piatti. Prenotazione indispensabile.

Stua de Sorices al Rifugio Carlo Valentini – località Passo Sella, 23 – 0462 601183 – rifugiocarlovalentini.com

Tobià de Zeli

Ristorante. Alba è una piccola frazione a circa 2 chilometri dal centro sulla strada per il Passo Fedaia, ed è qui che ci si imbatte in questo grazioso chalet in posizione tranquilla, con rustici arredi in legno e un’ampia area esterna. Il punto di forza dell’offerta culinaria è la scelta delle materie prime, valorizzate da cotture puntuali e dai giusti abbinamenti. Il menu è molto accattivante: tartare di manzo con crema di senape, burro salato e crostini; gnocchi di polenta con ragù di selvaggina; scamone di vitello al rosa con purè di sedano rapa. Vini all’altezza.

Tobià de Zeli – frazione Alba strada do Veisc, 66 – 0462 601594 – tobiadezeli.it

Würstelstand Pippotto

Street Food. Vanta oltre mezzo secolo di storia questo chiosco che si presenta con un'architettura lineare e moderna, integrato nella struttura che funge da pensilina degli autobus. Panini con würstel cotto al vapore o alla piastra, hamburger e cheeseburger, ma anche il piatto Pippotto (würstel con patatine fritte, salse, crauti e pane a parte): tutto è preparato al momento e servito con rapidità. Si mangia in piedi oppure si può optare per l'asporto, magari spostandosi nel bel parco dall’altro lato della strada.

Würstelstand Pippotto – piazza G. Marconi – 349 2112822 – pagina Facebook

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram