Luca Abbruzzino apre Brezza a Soverato

19 Gen 2022, 15:27 | a cura di Gambero Rosso
Fish and chill è il concept pensato da Luca Abbruzzino per il suo ristorante Brezza a Soverato, inaugurato il 13 gennaio, incentrato su piatti di pesce, cocktails e vini biodinamici.
Pubblicità

Le grandi cose giungono a chi sa aspettare, e Luca Abbruzzino lo sa bene. Dopo un’apertura rimandata di alcuni mesi, arriva per lui, finalmente, il momento di spalancare le porte di Brezza al pubblico. Per essere più precisi, Brezza – fish and chill, un nome che inquadra molto bene il tipo di locale pensato dallo chef: cucina di pesce non elaborata, ambiente alla moda e giovanile.

Brezza

Brezza a Soverato

Luca Abbruzzino, classe 1989, chef dell’omonimo ristorante a Catanzaro, ci racconta così la sua idea: “Immaginavo un locale di pesce che fosse molto trasversale, che abbracciasse tutti, dal ragazzo alla persona un po’ più esigente, che non fosse troppo impegnativo ma adatto a tutte le situazioni, dal semplice aperitivo alla classica cena”.

Pubblicità

Un ristorante dai colori chiari, che ricordano la sabbia, con qualche tocco di vivacità negli elementi colorati: blu cielo e rosa corallo, per sgabelli, sottobicchieri e portaposate. Insomma, tutto riporta al mare, anche i dettagli delle corde delle barche che spuntano dagli archi in pietra.

Appena entrati, un lungo bancone dietro il quale fa da padrone il barman Antonio Cristofaro, nella cucina a vista, invece, c’è Raffaele Dragone, che ha lavorato a fianco di chef Abbruzzino per dieci anni. “Il mio sogno e quello di mia sorella, a cui è andata la gestione, era creare un locale che stesse bene in qualsiasi parte del mondo, e che un giorno potrà essere replicato in qualche capitale europea”.

Brezza Straccetti di pesce spada panato agli agrumi con maionese ai Straccetti di pesce spada panato agli agrumi con maionese ai 
lamponi

Straccetti di pesce spada panato agli agrumi con maionese ai Straccetti di pesce spada panato agli agrumi con maionese ai 
lamponi

Cosa si mangia da Brezza

La proposta è varia e - come lo stesso Abruzzino racconta - studiata per essere easy: in menu piatti semplici e ingredienti che rispecchiamo il Sud Italia e in particolar modo la Calabria. Si inizia con i fritti, tra gli altri gli Straccetti di pesce spada panato agli agrumi con maionese ai lamponi e si continua con le friselle: “Ho scelto le friselle” dice lo chef “perché in Calabria si mangiano spesso, prima bagnate e poi condite in modo semplice con olio e aceto”, nel menu Luca le abbina a materie tipicamente mediterranee come il gambero marinato al bergamotto.

Pubblicità
Brezza Lobster Roll alla calabrese

Lobster Roll alla calabrese

A corredare un’offerta già ricca c'è la proposta delle insalate, ma soprattutto quella dei panini, che lo chef ha voluto pensando proprio ai giovani: “Mi piaceva l’idea che i ragazzi potessero venire a mangiare solamente un panino accompagnato da una birra”. Nella lista, c’è un Lobster Roll in versione tutta calabrese con astice al vapore, emulsione del suo corallo e ‘nduja, insalata di patate, cipolla di tropea e lattuga a julienne.

I crudi meritano una menzione a parte: materie prime freschissime e di stagione, che vanno dal gambero rosso a tre tipi di ostriche a scelta, dalle tartare di tonno e di ricciola per finire ai carpacci di gambero e di cernia. La scelta è se mangiarli al tavolo, oppure al bancone, pensato appositamente per mangiare pesce crudo, con un operatore che lo prepara sul momento.

Cosa si beve da Brezza

Un’attenzione particolare è dedicata ai drink, ideati appositamente per accompagnare i piatti del menu, raccontati secondo la drink sensation: una descrizione delle sensazioni al palato “amaricante”, “sour aromatico” oppure “fresco e leggero”. C’è ovviamente anche la possibilità di ordinare i classici internazionali o qualsiasi drink di cui il commensale abbia voglia. Per quanto riguarda i vini invece, si punta sul biodinamico, “per una questione di naturalezza e di qualità della produzione”, in carta 60 etichette, “una lista piuttosto ampia per questa tipologia di locale” dice Luca “e ci siamo fatti produrre anche due birre, una alle alghe e l’altra con l’acqua di mare”.

Brezza Pane olio e zucchero

I dolci di Brezza

E per finire, la nota dolce. Sono cinque i dessert proposti nel menu, tra cui: Pane olio e zucchero. È una versione semplificata del dessert presente da anni nella carta del ristorante Abbruzzino, dolce a cui Luca stesso tiene molto poiché legato ai ricordi della sua infanzia. “Abbiamo deciso di proporlo in una veste diversa: un tartufo di Pizzo con gelato al pane, con all’interno un cuore di caramello salato, ricoperto esternamente di briciole di pane e come tocco finale un filo d’olio extravergine di oliva e dei cristalli di sale, per creare il contrasto dolce/salato”.

Insomma, le aspettative sono alte e ci sono tutte le carte in regola per poterle rispettare, far crescere il progetto, continuando a valorizzare le materie prime di un territorio “in cui è possibile lavorare tutto l’anno, non solo durante la stagione estiva. È questo che voglio trasmettere con Brezza”.

Brezza Fish and Chill – Soverato (CZ) – Via Marina 24 – 3347263286 – [email protected]https://www.facebook.com/brezzafishnchill/ – Aperto dal mercoledì a lunedì, a pranzo, aperitivo e a cena.

 

a cura di Monica Paonessa

Prova del Master in Comunicazione Food Marketing e Critica Enogastronomica del Gambero Rosso

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X